Da lunedì 21 novembre le famiglie con ISEE fino a 12mila euro potranno presentare istanza. Contributo una tantum a sostegno delle fasce più deboli alle prese con i rincari delle utenze domestiche.È l’ulteriore provvedimento, in aggiunta a quello già varato a marzo scorso, disposto dall’Amministrazione Cuofano con Delibera di Giunta n.416, in favore delle fasce più deboli già gravate dalle conseguenze della pandemia ed oggi in difficoltà nel pagamento delle bollette a seguito dei forti aumenti registrati.

I fondi stanziati per quest’ulteriore sostegno straordinario ammontano a 157mila euro circa e sono destinati a coprire, fino ad un tetto massimo di 700 euro per nucleo familiare beneficiario, le difficoltà delle famiglie con ISEE fino a 12mila euro nel pagare le bollette di luce, acqua, gas e Tari. Le istanze potranno essere presentate da lunedì 21 novembre, senza termine di scadenza, e saranno accolte, previa verifica, sino ad esaurimento dei fondi a disposizione.

«È un tentativo per accompagnare i nostri cittadini economicamente più fragili ed è una misura integrativa ad altre già in essere tutto l’anno», sottolinea il Sindaco Giovanni Maria Cuofano.
CHI PUÓ BENEFICIARNE. Possono presentare richiesta i cittadini italiani o dell’Unione Europea intestatari delle utenze domestiche per le quali si chiede il contributo; non aver beneficiato dell’aiuto economico nella precedente tornata (marzo 2022) ed avere un ISEE pari o inferiore a 12mila euro.