PETIZIONE “UTILIZZO DELLA STRUTTURA PUBBLICA- VILLA MARIA – COME PARCO GIOCHI, NO ALLA TRASFORMAZIONE IN IMPIANTO SPORTIVO”. 57 FOGLI, PIENI ZEPPI DI FIRME, PORTATI ALL’ATTENZIONE DI SINDACO E PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE (QUINDI DELL’INTERO CONSIGLIO).

Il Comitato Intercomunale Grotti,presieduto da Stefano Capaldo, con sede in Nocera Inferiore alla via Paolo Giovio 16, regolarmente costituito con Atto del 12/06/2012 -Reg. n. 6491 – serie 3 del 03/07 /2012, è un organismo rappresentativo a base spontanea e volontaristica degli interessi della comunità del quartiere, apartitico, apolitico e con lo scopo di raggiungere la tutela civica ed ambientale del quartiere, recupero e riutilizzo degli spazi e dei luoghi di possibile interesse collettivo e migliorare le condizioni di vita dei suoi residenti, dimoranti o operanti. In modo spontaneo e gratuito. e i sottoscritti cittadini firmatari”, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Nocera Inferiore, nei 57 fogli allegati.

“Nel quartiere Grotti, del comune di Nocera Inferiore, esiste il bellissimo parco giochi denominato “Villa Maria”, ottenuto negli anni dalle lotte dei residenti del posto per riqualificare prima l’area usata come deposito di tubi in amianto facendo realizzare dall’amministrazione comunale un parco giochi denominato “Villa Maria”. Questa area verde fornisce respiro, vivibilità e opportunità di ristoro e ricreazione agli abitanti dell’intero quartiere, in particolare ad anziani e bambini.

L ‘allarme si è avuto il 17 /agosto/2020, quando alcuni frequentatori del parco hanno notato delle ruspe e operai cominciare dei lavori di smontaggio dei giochi per i bambini e fa demolizione di alberi di alto fusto. Questo senza esporre nessuna tabella per i lavori, dopo aver richiesto spiegazioni, si è accertato che il Comune ha concesso la realizzazione di un campetto da tennis Paddle. Approfondito il caso, si è constatato come il progetto in questione, prevede la realizzazione di un impianto sportivo con una piccola area a verde. Tutto ciò senza consultare e informare i cittadini residenti.

PREMESSO
• Che con Avviso Pubblico prot. 63768 del 07/12/2018 l’Area 515 – Istruzione Sport e Cultura, ha affidato impianti sportivi comunali, tra cui ‘Villa Maria”, definito tale in seguita ad Regolamento comunale per affidamento e fa gestione degli impianti sportivi comunali, approvato con delibera n. 13 del 23/03/2011; Determina Dirigenziale n. 1992 del 06/12/2018;
• Che con convenzione del 30/07/2020 tra il comune di Nocera Inferiore e il Centro Sportivo Helios
veniva stipulato l’affidamento per la Struttura Soortiva ‘Villa Maria” per la rigenerazione,
riqualificazione, ammodernamento con relativa esecuzione e successiva gestione degli impianti sportivi;
• Che il 17/08/2020 il Centro Sportivo Helios cominciava i lavori, con il taglio di alberi di alto fusta,
rimozioni dei giochi per i bambini e spianamento dell’area verde;
• Che il progetto a/fegato alla convenzione prevede la realizzazione di un impianto sportivo, con la
realizzazione di un campo da paddle, in sostituzione dell’area verde e dei giochi per i bambini, con la sistemazione dei locali esistenti da destinare ad uffici, sala medica e deposito, non più utilizzabili  dalle persone anziane per il gioco delle carte ecc., con la realizzazione dell’area di posti auto per diversamente abili. Lavori ed adeguamenti necessari per trasformare il parco giochi in un
impianto sportivo idoneo ai tornei di tennis “CONI”;

CONSIDERATO CHE:
• La struttura “Villa Maria”, nel PUC (piano Urbanistico Comunale) viene identificata con la simbologia Verde Pubblico (art. 29), come per tutti i parchi giochi comunali presenti sul territorio comunale; • Il PUC alla relazione 0.1 Relazione Tecnico, e precisamente a pag. 72 (tabella degli standard urbanistici) non solo segue l’elenco dei parchi giochi indicati ne/fa delibera commissariale 89/2012, ma per la struttura Villa Maria viene individuata come PARCO GIOCHI per tutta la sua estensione pari a 4287 mq;

• Il P.0. del PUC (PIANO OPERATIVO} prevede per fa struttura la realizzazione di un museo virtuale a/l’interno del parco giochi nei volumi esistenti su Nuceria Alfaterna (art. 14), per cui sull’area esiste un vincolo di improcedibilità per realizzare qualsiasi intervento di trasformazione diverso da quello previsto nel P.0.;
• La delibera del Commissario n. 89 del 2012, prevede la ricognizione dei parchi giochi da dare in gestione, tra quelli indicati è descritto anche la struttura ‘Villa Maria”; • Che nel 2012 (la stessa amministrazione) in seguito alfa delibera n. 89 del 2012 il settore lavori pubblici ha indetto un bando per affidamento dei parchi giochi tra cui Villa Maria affidandola alfa Società Helios come parco giochi;
• Che durante la gestione della società Helios, sono stati realizzati due locati spogliatoi (prima inesistenti) per permettere di usare la tensostruttura come campo da tennis e che negli ultimi anni di gestione la pavimentazione della tensostruttura è stata coperta da sabbia rossa per permettere esclusivamente il gioco del tennis, limitando l’uso alla parte pubblica della tensostruttura (usata come pista di pattinaggio, per feste rionali, ed altre attività sociali};
• Che nel vecchio PRG {VARIANTE DI ADEGUAMENTO DEL PIANO REGOLATORE GENERALE AL PUT anno 2006} e precisamente nella tavola 8.2 vengono identificate in modo distinto le aree verdi
pubbliche attrezzate dalle aree verdi pubbliche con attrezzature sportive di base, l’area “Villa
Maria” viene identificata come verde pubblico attrezzata. La pianificazione è stata valida fino a
Luglio 2016 Approvazione del Puc attualmente in vigore;
VISTO CHE:
• Con la redazione del bando e con le convenzioni stipulate, si considera la struttura nella sua totalità,
un impianto sportivo con una piccola area a verde, erroneamente così come dimostrano gli atti
prima menzionati, perché di fotto la struttura è un parco giochi; • La delibera commissariale n. 13 del 29/03/2011 (tra l’altro già superata dalla delibera commissariale n. 89/2012} e la Determinazione Dirigenziale n. 1992 del 06/12/2018 non possono modificare la destinazione urbanistica della struttura e la pianificazione urbana PUC, che addirittura aveva vincolato l’area per la realizzazione di un obiettivo prefissato nel piano operativo del PUC;
• Il Puc non prevede nessun impianto misto (o parchi giochi a impianti sportivi);
• L’intervento prevede un investimento di € 137mila ed un affidamento gratis dell’intera strutturo
pari a mq 4287 per la durata di 5 anni, usandola per fini di lucro dalla società sportiva Helios.
L’investimento maggiore è per la parte sportiva e minima per la parte pubblica;
• La convenzione prevede l’annullamento per motivi di pubblica utilità.

Tutto ciò premesso
CHIEDONO
Di considerare l’area Villa Maria un Parco giochi nella sua totalità così come è sempre stato e prevede il Piano Urbanistico Comunale del comune di Nocera Inferiore e altri documenti e pianificazioni precedenti al PUC; Di eseguire un progetto di riqualificazione dell’area come è stata fatta per tutti i parchi giochi della città. in modo diretto dal Comune e non demandare la riqualificazione ad un privato; Di annullare la convenzione stipulato per pubblica utilità;
Di far ripristinare lo stato dei luoghi con la demolizione dei locali spogliatoi e la rimozione della terra rossa sulla pavimentazione della tensostruttura, in modo da non limitare l’uso alla collettività per esigenze sociali concedendo la tensostruttura esclusivamente per il gioco del tennis.
Di permettere di gestire la struttura ad associazioni che non svolgono attività di business a cui non interessa la cura dell’area ludica e verde, come hanno dimostrato i soggetti gestori (stessi soggetti dal 2012 ad oggi) lasciando una struttura in un totale degrado e insicura per i bambini con giochi non a norma, danneggiati e vetusti. Di ridare al quartiere periferico Gratti, lo libera fruizione pubblica dell’intera struttura, unico punto di aggregazione sociale. Di permettere ai nostri figli di avere un luogo dove vivere la natura e giocare all’aperto.