Potrebbe essere il 24 ottobre la data giusta per l’avvio ufficiale, attraverso l’apertura del cantiere, dei lavori dell’ormai celeberrima Rotatoria di via Atzori. Lo ha annunciato il primo cittadino Paolo De Maio. Nelle prossime ore verrà liberato un immobile espropriato. 

Partiranno i lavori nei pressi del casello autostradale dell’A3 Napoli – Salerno. L’infrastruttura ridisegnerà l’intera area tra via Atzori, via Barbarulo e via Pepe, con la realizzazione di centinaia di posti auto e una corsia riservata agli autobus. La rotatoria si svilupperà su una superficie di 9.589 metri quadrati. Il progetto fu presentato pubblicamente nel lontano giugno 2018. Solo ad inizio settembre 2022, però, c’è stata la sottoscrizione del contratto tra il Comune di Nocera Inferiore e l’impresa di costruzione aggiudicataria dell’appalto.

Sul progetto pendevano anche una serie di contenziosi amministrativi che dovevano essere risolti. Nella prima fase si procederà ai carotaggi e successivamente alla demolizione delle strutture espropriate. Nessun appesantimento del traffico veicolare in zona nella prima fase, successivamente invece si dovranno studiare piani specifici, accadrà quando i lavori diventeranno maggiormente invasivi a livello stradale.  Sono state apportate delle varianti al progetto iniziale, tenendo conto del nuovo Piano urbano della modalità sostenibile, come la risistemazione dei posti auto del parcheggio e lo spostamento della fermata dell’autobus all’interno dell’area. La rotatoria è attesa da oltre un decennio.L’opera è stata finanziata dalla Regione con l’utilizzo di Fondi sviluppo e coesione 2014/2020 per interventi sulla viabilità regionale. La tempistica di realizzazione dell’opera è di 173 giorni. E’ volontà ferma dell’amministrazione di vigilare su tempi e lavori, magari aggiungendo altro: un vero e proprio “circuito virtuoso” , cioè non lasciare la struttura isolata ma integrarla in un’area più vasta, che parta dalla zona Buscetto per arrivare nei pressi dei confini di Pagani.