Nell’ambito dei patti per la sicurezza urbana tra Prefetto e Sindaco, presentata domanda di ammissione a finanziamento per l’installazione di sistemi di videosorveglianza. 

Presentata domanda di ammissione a finanziamento per l’installazione di sistemi di videosorveglianza per la
prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità, nell’ambito dei patti per la sicurezza urbana sottoscritti tra il Prefetto ed il Sindaco, sulla base delle risorse finanziare fissate in 36 milioni di euro per
l’anno 2022 dal decreto legge n.113 del 2018 e secondo le modalità indicate dal Ministero dell’Interno di
concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

Obiettivo del programma nazionale è il rafforzamento delle condizioni di legalità per cittadini e imprese
delle cinque Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), con il fine di dare nuovo
impulso allo sviluppo economico e migliorare la coesione sociale del Sud Italia, con limite di finanziamento
per ciascun progetto di € 250.000,00. Dopo analisi e valutazione del territorio, l’Ufficio di Polizia locale, di concerto con l’Ufficio Tecnico, ha redatto il progetto di fattibilità tecnica ed economica denominato “Nuceria Securitas 4.1”, che prevede una copertura ulteriore del centro città e l’inclusione di aree periferiche (Fosso Imperatore, via del Parco – Sant’Andrea, zona Stadio Comunale), con un sistema di diciassette postazioni stradali per telecamere ad alta risoluzione.

«Stiamo lavorando concretamente per rispondere al problema sicurezza in città, con una domanda di
finanziamento importante che ci consentirà di potenziare il servizio di videosorveglianza soprattutto in periferia. Dobbiamo rafforzare la vivibilità, ponendo attenzione alla tutela ambientale e delle persone,scoraggiando sversamenti, furti e atti vandalici» ha dichiarato il Sindaco Paolo De Maio.