Un nuovo progetto deliberato in Giunta per coinvolgere volontari dai 60 ai 75 anni d’età per rafforzare i servizi di vigilanza durante l’anno scolastico. La sicurezza stradale dei piccoli all’entrata e all’uscita da scuola è obiettivo primario da assicurare. Con il progetto “Nonno Vigile” l’Amministrazione De Maio prova a fare centro. È con questo spirito che la Giunta ha approvato il progetto che valorizza l’esperienza di volontariato degli over 60. Il programma prevede un servizio di sorveglianza in prossimità degli Istituti scolastici volto a tutelare gli alunni che raggiungono la scuola da soli, per facilitarne l’attraversamento della strada. Il Nonno Vigile sarà prezioso
anche per assicurare il miglior servizio possibile per il trasporto scolastico in partenza, avendo così a disposizione risorse che possano accompagnare gli studenti agli scuolabus. 

L’iniziativa ha lo scopo di coadiuvare il Corpo di Polizia Municipale dalla più tipica delle attività previste dal Codice della Strada, in una fase storica in cui la città è interessata da diversi cantieri per la realizzazione di importanti infrastrutture, che richiedono il massimo impegno da parte dei vigili urbani. Inoltre, è incentivata
la partecipazione dei cittadini per riscoprire il valore del volontariato a servizio della collettività. «Crediamo fortemente nel valore della partecipazione: il volontariato è una risorsa per la nostra città, dobbiamo stimolare l’adesione di chi può mettere a servizio della comunità parte del proprio tempo libero» ha dichiarato il Sindaco di Nocera Inferiore, Paolo De Maio. Annualmente il Comune di Nocera Inferiore emanerà un Avviso pubblico rivolto a coloro che intendano aderire all’iniziativa. Tra i requisiti per la partecipazione, l’età compresa tra i 60 e i 75 anni, la residenza a Nocera Inferiore e l’idoneità psico-fisica all’incarico. Il compito di coordinamento della squadra dei volontari è in capo alla Polizia Municipale, che assegnerà a ciascun Nonno Vigile una scuola dove svolgere il servizio, privilegiando i plessi più vicini all’abitazione dell’incaricato. Ogni volontariato sarà dotato di elementi di riconoscibilità, costituiti da una pettorina rifrangente con la scritta “Nonno Vigile”, nonché da un tesserino di riconoscimento.