Nocera Inferiore, lividi ed ecchimosi sul corpo della piccola Iolanda, lunedì l’autopsia. Genitori ora interrogati dal Magistrato

0
337

Si svolgerà probabilmente lunedì l’autopsia sul piccolo corpo della bambina di otto mesi che stanotte è stata trasportata ormai cadavere presso l’ospedale di Nocera Inferiore. Inutili i tentativi di rianimarla ma i medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. E confermare che su quel corpo hanno trovato ecchimosi e lesioni sotto i palmi dei piedi e le manine. Il corpicino della piccola è ora nella sala mortuaria. C’è incredulità ed in tanti gridano all’orrore per quella che potrebbe essere la conseguenza di una possibile violenza nei confronti della bambina. Spetta agli inquirenti accertare se la piccola Iolanda è stata sottoposta a sevizie e maltrattamenti. Si indaga ora sulle ultime ore della vita della piccola. I genitori sono sotto torchio da parte degli inquirenti. Sono stati i medici ospedalieri ad avviare la procedura che ha portato l’avvio delle indagini, di prassi in questi casi. Con l’intervento degli agenti della Polizia guidata dal comandante Luigi Amato e con l’avvio dell’apertura di un fascicolo da parte della Procura di Nocera Inferiore, il sostituto procuratore è il dottor Lenza. La piccola ha subito maltrattamenti? E se si, sono stati i genitori? Entrambi o uno di loro? Quel che è al momento chiaro è che stanotte è intervenuta un’ambulanza del 118 di Angri con a bordo il medico e gli assistenti che si sono resi subito conto della gravità della cosa. Pare che i genitori abbiano lamentato che la piccola fosse febbricitante da giorni, ma che non avrebbero potuto rintracciare la pediatria, e non avendo mezzi per raggiungere l’ospedale abbiano atteso. Una dichiarazione che è subito apparsa poco sostenibile ed al vaglio ora degli inquirenti, considerato che le ecchimosi e le contusioni erano già evidenti agli occhi dei soccoritori. Inutile dunque la corsa all’ospedale anche se necessaria considerata la vicenda. Ed i medici del pronto soccorso si sarebbero subito resi conto della condizione della piccola, e pur praticando tutte le possibili forme di rianimazione, hanno dovuto constatarne il decesso. Ora si aprono diversi scenari. La Procura sta indagando, il referto medico non lascia spazio a dubbi, quella bambina ha sul corpo lividi e lesioni che farebbero credere ad un possibile maltrattamento. Ora si sta ascoltando la versione dei genitori . Sono ore decisive circa un possibile stato di fermo o altro provvedimento che potrà essere preso. Intanto la notizia ha fatto eco e si è diffusa a Sant’Egidio e a Pagani, città di origine dei due genitori. Pare che non vi fosse una condizione economica buona, e che ci sia stato nelle scorse settimane un intervento degli assistenti sociali che avrebbero intrapreso le prime attività in vista di assistere i due figli della coppia. C’è incredulità in Via Ss Martiri, nella frazione San Lorenzo a Sant’Egidio del Monte Albino, in cui pare si fossero trasferiti da poche settimane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here