Paradossale e strana la situazione attuale in via Rea, per la precisione nei pressi di alcune attività commerciali e imprenditoriali (compreso un centro medico). A spese di un’attività produttiva commerciale era stata installata una pedana rialzata che aveva l’unico scopo ai abbattere le barriere architettoniche, diventando l’unica via di accesso a tutte le attività per i portatori di handicap, per sedie a rotelle eccetera. Il paradosso è questo, il condominio sopra le attività è intervenuto accennando vie legali e la pedana per forza di cose è stata rimossa. Il motivo dell’intervento ? Secondo le indiscrezioni sarebbero le dimensioni della pedana, che eccederebbero di pochi centimetri rispetto a quelle standard. Si può penalizzare in questo modo chi è costretto a muoversi su una sedia a rotella ? Si possono mettere in seria difficoltà le attività produttive e commerciali ? Due domande facili che esigono risposte vere. Aspettiamo, promettendo di tornare sulla vicenda.