Con calma ma con parole forti il vescovo della diocesi Nocera-Sarno Giuseppe Giudice, nel corso della funzione per l’inaugurazione della Casa Caritas a Santa Croce (al confine delle due Nocera), ha rivendicato attenzione per l’Agro: “Prossimamente interverrò con un atto ufficiale ma è arrivato il momento di dire no al declassamento che questo territorio subisce su tanti fronti, dalla salute ai trasporti, con la salute in particolare per le notissime vicende dell’ospedale. Giudice si è rifatto al monito arrivato in quel di Taranto dal cardinale Bassetti: ” L’epoca dei pifferai magici è passata e non deve tornare più”. In un momento del genere e in un contesto del genere sarebbe stato opportuno vedere assieme i sindaci della Diocesi: abbiamo notato solo l’assessore Sessa di Pagani e poco altro. Sulla vicenda Dea di secondo livello, silenzio assoluto dalla Regione, che ha invece convocati i sindaci per i gravi disagi in corso sul fronte del trasporto ferroviario verso e da Napoli. Altro intervento da rimarcare da parte del vescovo, il seguente: “Attenzione come Chiesa a non farci scavalcare da chi parla di carità per trarne interesse personale e per nulla cristiano, bisogna alzare un muro, è nostro dovere farlo”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *