Il nuovo colpo inferto alla sanità territoriale non può più lasciare la Città nel torpore. Sulla questione ospedale si è perso troppo tempo e non è possibile perderne altro. Già nei mesi scorsi il consigliere comunale Giuseppe Odoroso, sia tramite l’invio di comunicati che confrontandosi personalmente con i membri della maggioranza, aveva denunciato l’insostenibile situazione in cui versava l’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore nonché l’apatia dell’amministrazione comunale nella risoluzione delle problematiche; le cose però non sono migliorate, anzi.

È notizia di oggi infatti lo stop dei ricoveri nel reparto di ortopedia dell’ospedale cittadino: un’ulteriore conferma dell’urgenza di attivare senza indugio alcuno un tavolo di confronto con la dirigenza dell’ASL per avviare tutte le procedure necessarie alla valorizzazione della struttura nocerina, storicamente punto cardine della sanità locale e dell’Agro tutto. Lo stop ai ricoveri in ortopedia, unita alla situazione drammatica di altri reparti quali la terapia intensiva e la rianimazione, oltre che la contemporanea sospensione dei ricoveri in ortopedia anche per l’ospedale Villa Malta di Sarno dipinge una situazione non più sopportabile. Il tempo è scaduto. È necessario agire con urgenza e coraggio.