Era ora. Non poteva essere diversamente. La vicenda delle stabilizzazioni dei “precari” del Piano di Zona è giunta all’approdo giusto. Ne siamo felici noi per primi, che l’anno scorso lanciammo l’allarme con diverse trasmissioni e interviste in materia. Più di tutti, in consiglio Comunale, s’è battuta dall’opposizione ma coinvolgendo e aggregando, Tonia Lanzetta. Il suo commento, oggi che il passo in avanti è stato deciso e quindi fatto, è di soddisfazione ma nello stesso già tendente a non fermarsi e ad andare oltre su un tema che a livello di politiche sociali può contribuire a fare la differenza: “Si conclude positivamente una vicenda che ho sostenuto dal primo momento per poi giungere ad una adesione più ampia. È ovviamente vittoria dell’intero Consiglio Comunale che, nella precedente consigliatura, pur nelle sue diversità ha condiviso l’obiettivo delle stabilizzazioni. Adesso bisogna continuare su questa linea e procedere alle ulteriori stabilizzazioni, e penso alla necessità dello psicologo e di altri sociologi ed assistenti sociali, chiaramente sempre con la preventiva verifica dei requisiti e della compatibilità economica.”