Ieri sera, a Palazzo di Città, prima riunione della commissione Controllo e Garanzia, quella che per statuto è presieduta da un consigliere d’opposizione, nel caso specifico l’ex sindaco Antonio Romano. Il potere, almeno sulla carta, è notevole: riguarda la verifica, in pratica, di atti amministrativi (fatti bene o fatti male). E’ intervenuta Tonia Lanzetta, che ha subito posto all’attenzione della commissione tre situazioni da verificare: il motivo della presenza perdurante di antenne a Parco Fienga (pur in presenza di interventi di Procura e Carabinieri), la corrispondenza di requisiti e tempi per gli incarichi affidati nei Poli Territoriali (politiche sociali) e l’esattezza temporale degli espropri a Casarzano (zona industriale). Stasera, invece, tocca a due commissioni in un certo senso propedeutiche alla seduta di consiglio comunale fissata per il 29 dicembre: le modifiche al Bilancio (commissione Bilancio presieduta da Massimo Petrosino) e il piano triennale delle opere pubbliche (Commissione Lavori Pubblici presieduta da Luciano Passero).