Su Fb l’ambientalista Emiddio Ventre spiega quel che è accaduto. La sensibilità di alcuni nocerini in merito ambientale è pari a zero. Hanno rifiutato l’ingresso in proprietà privata delle telecamere della Rai per riprendere il Solofrana. Il riferimento è alle riprese Rai di stamattina nel tratto tra via Pucci e via Cabrera che dà l’idea della situazione del momento. E’ arrivato il no di qualche privato per procedere ulteriormente e poter meglio riprendere il tutto. Nei commenti c’è stato anche quello dei un addetto ai lavori, l’ingegnere Gerardo Gustato, che è partito da molto lontano in materia di scarichi cittadini. Se la vogliamo dire tutta risale al 1904 la legge (Regio Decreto) per cui la fascia di 10 metri in destra e sinistra dei corsi d’acqua debba essere inedificabile. A Nocera, come in tanti altri comuni, pare che questa legge inderogabile non si applichi. Sarebbe l’autorità comunale il soggetto istituzionalmente competente ad intervenire al fine di prevenire e reprimere gli abusi edilizi.