Porte aperte della Caserma Tofano per l’incontro tra il Sindaco di Nocera Inferiore, Paolo De Maio, e la dirigente della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, Raffaella Bonaudo. Un’occasione per l’Amministrazione Comunale per conoscere le fasi di avanzamento dei lavori che interessano l’ex edificio militare e progettare insieme sfide future.

Il Primo Cittadino, accompagnato dai consiglieri comunali Raffaele Salomone e Ferdinando Padovano e dall’ingegnere Mario Ferrante del Settore Lavori Pubblici e Patrimonio, ha visitato l’ala della struttura riqualificata, sede dell’antica cucina, il cortile e il settore destinato agli attuali uffici amministrativi. La Caserma Tofano rappresenta il polo individuato dal Ministero dei Beni Culturali per la raccolta di reperti archeologici dell’intera Campania e di tutta la documentazione ad essi inerenti. Le potenzialità del bene sono state evidenziate lo scorso luglio, quando dal Ministero dei Beni Culturali è arrivata la comunicazione del finanziamento di 4,9 milioni di euro da destinare alla Fortezza Borbonica con l’obiettivo di razionalizzare gli spazi. Il Sindaco De Maio ha inteso manifestare piena disponibilità nell’ambizioso progetto di rilancio della Caserma Tofano, che rappresenta uno dei punti in quel percorso che la collega a San Giovanni in Parco, al Palazzo Fienga e alla Villa Comunale, nel disegno complessivo del Parco Urbano, obiettivo prioritario del programma di governo De Maio.

«La scommessa di questa Amministrazione comincia a prendere corpo: guardiamo lontano, crediamo e lavoriamo affinché la Caserma Tofano possa essere il perno del progetto del Parco Urbano, con quell’aggancio al Parco di Pompei che la storia di ieri e di oggi ci suggerisce di rinsaldare» ha dichiarato il Sindaco. Al centro del colloquio anche il progetto di sviluppo degli scavi di piazza Del Corso per una migliore fruizione e una valorizzazione ulteriore del sito. Infine, la proposta del Sindaco De Maio di realizzare un evento pubblico all’interno della Caserma insieme alla Soprintendente Bonaudo, per condividere con la città i passi compiuti e quelli ancora da fare.