Natale è un periodo dell’anno particolarmente denso di emozioni.

È un periodo in cui ci si riunisce, più che dare e ricevere, è bello condividere momenti insieme, le strade vengono addobbate e si respira un’atmosfera festosa.

Tutta questa felicità, a volte forzata, può portare a una fatica mentale difficile da tollerare. 

Il periodo natalizio è frenetico, regali da acquistare e pranzi da preparare, mille ricordi, belli e brutti, tornano alla memoria. Compaiono o aumentano pensieri negativi, stati d’ansia e malessere generale.

Il Natale non deve essere per forza un momento di felicità per tutti. Alcune persone vivono il Natale in modo diverso: con nostalgia, tristezza, frustrazione, stress e persino dolore.

L’idea che bisogna essere felici a Natale non è un comandamento. Le persone non devono forzarsi di essere felici perché la società lo impone. 

A Natale puoi essere triste. Bisogna accettare il proprio stato d’animo, permetterci di provare le emozioni triste per poterle vivere in modo sano.

Sai che non sei solo ad essere triste a Natale? Il tuo stato d’animo è stato descritto da molti professionisti in giro per il mondo. Hai mai sentito parlare di Christmas Blues?

Il Christmas bluesdepressione natalizia è collegata al periodo festivo e porta con sé ansia, insonnia, crisi di pianto, pensieri negativi, anedonia. Che bel regalo di natale!

A Natale siamo protagonisti di numerosi eventi stressanti, tra cui:

  • Riunioni con parenti, graditi e non. 
  • Regali da individuare e acquistare, nonostante le difficoltà economiche. 
  • Lutti da elaborare, persone care scomparse recentemente, anniversari dolorosi, perdita di lavoro o relazioni concluse.
  • A fine anno si ha l’abitudine di “tirare le somme”, se non si sono raggiunti gli obiettivi prestabiliti si può provare insoddisfazione e dolore 

Cosa puoi fare? 

Come già detto, non devi vergognarti delle tue emozioni. Non sei “sbagliatə”, non devi conformarti alla società, altrimenti potresti aumentare il livello di stress. Confidati con chi ti sta vicino, la condivisione ci permette di lenire il senso di solitudine e sviluppare resilienza. Le tue emozioni sono giuste.

Quando la remissione dal Christmas Blues non avviene in maniera spontanea o assume forme limitanti per la tua vita, valuta l’eventualità di rivolgerti a un professionista.

Chiedere aiuto è sinonimo di amore verso se stessi.

Articolo a cura di Carmen Fortino
Psicologa, Psicodiagnosta, Psicosessuologa, Criminologa,
Psicoterapeuta in formazione.

Bibliografia
-Kasser, T., Sheldon, K. M. (2002). What Makes for a Merry Christmas?, in: Journal of Happiness Studies, vol. 3, n.4, pp. 313-329.
-Peretti, PO. Holiday depression in young adults. Psychologia. 1980; 23:251–255.
-Velamoor VR, Cernovsky ZZ, Voruganti LP. Psychiatric emergency rates during the Christmas season in the years 1991 to 1997. In: Psychol Rep. 1999; 85: 403–404.