I Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno hanno scoperto un’attività di autoriparazione completamente abusiva a Mercato San Severino, sottoponendola sotto sequestro, unitamente a tonnellate di rifiuti speciali, anche pericolosi, gestiti illecitamente.

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Scafati qualche giorno fa, durante un normale servizio di controllo economico del territorio, notavano, nei pressi di un’autofficina, un numero rilevante di autovetture abbandonate.

Insospettiti, i militari accedevano presso l’esercizio commerciale scoprendo che si trattasse di un’azienda completamente sconosciuta al Fisco, seppur pienamente operativa.

Infatti, veniva constatata la mancanza sia della licenza/abilitazione per lo svolgimento dell’esercizio di riparazione e demolizione di autoveicoli, sia di qualsiasi documentazione fiscale.

Nel contempo, veniva appurata l’assenza dell’autorizzazione idonea per la corretta gestione dei rifiuti speciali e pericolosi: al riguardo, i Finanzieri accertavano la presenza di numerose auto e parti meccaniche di esse, come alcuni motori addirittura con la matricola abrasa, abbandonati sul nudo terreno, diversi contenitori di olio motore, non cautelati in maniera idonea e liquidi oleosi che confluivano all’interno del sistema idrico della zona.

Per tali ragioni, il responsabile è stato denunciato a questa Procura della Repubblica per le ipotesi di reato di ricettazione, gestione illecita dei rifiuti ed inquinamento ambientale.

Al termine delle operazioni, l’intera struttura, la merce rinvenuta ed i rifiuti speciali sono stati sottoposti a sequestro e cautelati a norma di legge, per evitare ulteriori danni all’uomo e all’ambiente.