Il museo Madre di Napoli, visto il successo della mostra retrospettiva Robert Mapplethorpe Coreografia per una mostra, ha deciso di prorogarla fino al 22 aprile (Lunedì in Albis). Curata da Laura Valente e Andrea Viliani e organizzata in collaborazione con la Robert Mapplethorpe Foundation di New York, comprende oltre 160 opere dell’artista scomparso trent’anni fa.

La mostra è stata resa possibile grazie alla fondamentale e ormai consolidata collaborazione fra i principali musei campani, e conferma gli esiti virtuosi ottenibili da una sinergia basata sul confronto di metodologie e lo scambio dei prestiti, come quelli delle opere provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli e dal Museo e Real Bosco di Capodimonte, entrambe istituzioni partner del progetto.

Una proroga che offrirà ai tanti appassionati d’arte contemporanea la possibilità, anche nel periodo pasquale, di approfondire la ricerca di uno dei Maestri della ricerca fotografica del XX secolo, nel trentennale della sua scomparsa.