0 Condivisioni

Un racconto del Museo Archeologico di Napoli curato da La Repubblica Napoli, parte della collana “Novanta-Venti”. Il libro MANN che storia, viene distribuito come supplemento gratuito del giornale il 31 marzo,  e già presentato il 28 marzo, ore 17 nell’Auditorio del MANN. Il testo che mette insieme più voci e racconti del Museo ha come protagonista il punto di vista privilegiato e il racconto suo direttore Paolo Giulierini.

Nel libro (Guida Editore), dopo il messaggio di apertura del ministro della Cultura, Dario Franceschini, la prefazione di Maurizio Molinari (Direttore de “La Repubblica”) e l’introduzione di Ottavio Ragone (Responsabile della redazione napoletana de “La Repubblica”), Paolo Giulierini descrive il Museo che cambia, tra i la valorizzazione delle collezioni più celebri, i progetti di riallestimento delle sezioni e le iniziative di promozione del territorio.

Nel testo, presenti anche dei focus di approfondimento a cura di Antonella Carlo (Responsabile Ufficio Comunicazione Mann), Antonio Ferrara e Paolo De Luca (giornalisti de “La Repubblica Napoli”).

Il volume è arricchito anche dai contributi di alcune note firme della cultura che raccontano la loro visione del MANN. Sono stati inseriti testi di Alberto Angela, Sara Bilotti, Maurizio Braucci, Luciano Canfora, Benedetta Craveri, Ippolita di Majo, Giuseppe Miale di Mauro, Mimmo Jodice, Marisa Laurito, Matteo Lorito, Elisabetta Moro, Marino Niola, Camila Raznovich e Mario Tozzi. La copertina del libro è una fotografia di Mimmo Jodice. Le immagini sono di Riccardo Siano e prese dall’Archivio fotografico del Mann.

0 Condivisioni