Lungofiume Foce, Legambiente scrive al primo cittadino di Sarno “Siamo preoccupati per la salute dell’ecosistema fluviale”.

Il circolo Legambiente “Leonia Valle del Sarno” e Legambiente Campania ha inoltrato una missiva al Comune di Sarno e al primo cittadino Giuseppe Canfora per offrire il proprio supporto nella gestione sicura del lungofiume di Foce. “Da alcuni giorni ci vengono inviate foto di alcune strutture realizzate sul lungofiume di Sarno . Si tratta di opere tra cui una pedana di legno e degli sbarramenti con l’evidente intento di alterare il livello dell’acqua. Perciò, siamo preoccupati per la scarsa consapevolezza degli abitanti rispetto agli impatti che interventi come la realizzazione di sbarramenti autocostruiti possono provocare- hanno spiegato nella lettera i volontari- Le zone di secca che si vengono a creare, la manomissione dei fondali, l’estirpazione della vegetazione denotano che siamo ancora molto indietro. La distruzione dell’ecosistema fluviale significa rinunciare alla capacità autodepurativa che i fiumi hanno, la capacità di migliorare la qualità delle acque in presenza di inquinanti” . Quindi, la proposta “Per le istituzioni sensibili alle istanze dei cittadini si apre l’opportunità di affrontare la questione anche sul piano normativo, per discernere e legittimare gli usi e le azioni dei cittadini compatibili con l’ambiente fluviale e in sicurezza per le persone. Come attivisti ambientalisti siamo aperti a offrire le nostre competenze per intavolare un dibattito sulla regolamentazione degli usi delle aree perifluviali che sia da stimolo a un rapporto consapevole con il fiume, attento a limitare gli impatti negativi che le azioni antropiche possono provocare”.