0 Condivisioni

“Ognuno di noi deve sentirsi responsabile e parte del cambiamento”: È il messaggio che Don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera e Stefano Ciafani, presidente di Legambiente hanno voluto inviare agli studenti delle scuole salernitane che oggi, presso l’aula magna dell’Istituto Amendola Santa Caterina a Salerno, li hanno incontrato nell’ambito di un evento organizzato dall’associazione Libera sul tema “Giustizia sociale e giustizia ambientale”, uno degli incontri promossi in vista delle celebrazioni verso il 21 marzo, la 27esima giornata dell’impegno e del ricordo delle vittime contro le mafie.

 

“A questi ragazzi bisogna dire che la società ha bisogno di loro, perché è il noi che vince-a dichiarato prima di incontrare gli studenti Don Luigi Ciotti che, ha commentato anche il recente attentato contro Don Maurizio Patriciello- Deve essere più forte la nostra reazione, non basta la nostra solidarietà bisogna allargarsi il numero delle coscienze che si mettono in gioco” .Sulla stessa lunghezza d’onda anche il messaggio del presidente nazionale di Legambiente: la giustizia sociale e quella ambientale si praticano non soltanto chiedendo agli altri di fare le cose per bene, ma ogni cittadino può dare un proprio contributo per ridurre l’impatto ambientale”.

0 Condivisioni