Esiste un’associazione a Nocera che aiuta realmente le famiglie e i bambini che ne hanno bisogno: è la Casa di Andrea.

Ho avuto la fortuna di conoscere le volontarie che si prodigano per il bene dei bambini e dei loro genitori e più in generale di chi ne ha bisogno, senza risparmiarsi fisicamente e senza nessuno scopo di lucro.

Ognuno fa e dona quel che può per chi meno possiede, dai pomodori in bottiglia alla frutta del proprio orto, dai passeggini al vestiario per neonati e bambini, dal pane alle culle, dai giochi per i più piccoli ai pannolini, dagli omogenizzati al latte e mille altre cose. Tutto con il solo meraviglioso intento di risollevare almeno in parte le vite di chi non ha molte risorse, in primis dei bambini, ma ovviamente anche dei loro genitori.

Quest’associazione nasce dal sogno di Genoveffa, una signora dall’animo forte e dal cuore d’oro, che mette da parte le proprie sofferenze fisiche anteponendo i bisogni degli altri ai propri. Genoveffa non riesce a parlare in modo chiaro ma la limpidezza del suo sguardo è molto più esaustiva di mille parole: sua sorella Rita, persona altrettanto ammirabile e pura, esprime a parole ciò che Genoveffa sente nel cuore e sogna per i più bisognosi.

La fortuna che io ed altre persone abbiamo avuto nel conoscere e nel vedere all’opera questi angeli in terra è enorme. Anche chi non ha una grossa fede in Dio, conoscendo gente simile, viene pervaso da una speranza fortissima, da una gioia che si trasforma in un sorriso spontaneo, irrefrenabile, da una pace interiore che spesso resta celata, sopita nel profondo.

L’animo si allarga e s’ ingentilisce, chiunque diventa più generoso, speranzoso e caritatevole dinanzi ad uno scopo tanto nobile e che deve essere conosciuto e riconosciuto anche fuori dal territorio nocerino.

Grazie a Genoveffa, a Rita, alle tante volontarie che ogni giorno mettono a disposizione se stesse, il proprio tempo ed il proprio cuore per gli altri.

Annalisa Capaldo