Inchiesta su corruzione nel Cilento, On. Adinolfi: “Si presagisce una nuova tangentopoli”

0
154
On. Isabella Adinolfi, Europarlamentare uscente e nuovamente candidata alle prossime elezioni europee

Nelle ultime settimane, si succedono a ritmo incessante, quasi un’indagine al giorno o a settimana, come non accadeva da anni, decine di indagini per corruzione e scandali giudiziari. Tra i casi che si sono verificati ultimamente in Italia, quello che ci riguarda più da vicino è la vicenda verificatasi ieri nel Cilento, sui reati contro la pubblica amministrazione e la fede pubblica quali peculato, abuso d’ufficio, falso in atto pubblico, appalti truccati e distrazione di denaro da parte di 12 ex amminstratori comunali, tra cui ex assessori, ex consiglieri e un ex Sindaco di Camerota.

«È inconcepibile, a poco meno di trent’anni da “Mani Pulite”, vedere ancora episodi di mala gestio all’interno della Pubblica Amministrazione. Il caso di Camerota, nel Cilento, è emblematico e sintomatico di una classe politica purtroppo ancora malata e di una Pubblica Amministrazione gestita come “l’orto di casa propria”». Così l’europarlamentare M55, Isabella Adinolfi, candidata nuovamente al Parlamento Europeo, ha commentato l’inchiesta giudiziaria del Comune di Camerota, nel salernitano.

«Questi episodi lasciano intravedere una nuova tangetopoli, in quanto questo non è l’unico episodio giudiziario che negli ultimi giorni ha coinvolto il territorio a sud di Salerno, ma non è nemmeno l’ultimo in ordine di tempo che si verifica nel nostro Paese. – continua l’on. Adinolfi – Dobbiamo respingere con tutte le nostre forze queste dinamiche che lanciamo ombre sulla Pubblica Amministrazione e contribuiscono ad accrescere la sfiducia dei cittadini nelle Istituzioni. E minano, inoltre – conclude l’europarlamentare penta stellata – il lavoro di tanti altri amministratori che, con onestà e trasparenza, governano i loro territori. Noi siamo al fianco di quest’ultimi, questi territori già a rischio spopolamento non devono essere lasciati soli”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here