“Soltanto la musica è all’altezza del mare” è la frase di Albert Camus che dà il benvenuto a chi si accinge a godere dell’esperienza sensoriale offerta dalla villa comunale di Vietri sul Mare.
Musica e mare: un connubio fantastico che si arricchisce di cultura, entusiasmo, gioia ed allegria quando è l’armonia a fare da amalgama. Questo è quanto accaduto domenica scorsa nella splendida cornice di una delle perle della costiera amalfitana, tappa ultima della XV edizione del Festival Internazionale di Cori “Cantus Angeli” (19/23 ottobre 2022).

Il Festival Internazionale di Cori “Cantus Angeli” è una manifestazione che dal 2006 favorisce l’incontro ed il confronto tra gruppi musicali, vocali, corali e folcloristici, nazionali ed internazionali. Ogni gruppo partecipante si esibisce liberamente con il proprio repertorio musicale. La mission del Festival, infatti, non è la competizione ma il confronto fra culture e tradizioni musicali diverse e lontane, stimolando l’integrazione e la socializzazione. Il segreto del successo di questa rassegna risiede nella sapiente combinazione tra la passione per la musica e la voglia di scoprire luoghi ricchi di innumerevoli bellezze, storia ed arte. La formula organizzativa del Festival, articolato in tappe sul territorio campano, intende infatti promuovere il turismo musicale valorizzandone le eccellenze e consentendo sia ai musicisti che agli accompagnatori di partecipare attivamente al percorso tra melodie ed eccellenze locali.

Il Gran Concerto dei Cori partecipanti ad Amalfi

Dopo il periodo di pandemia, che ha sospeso la manifestazione, anche quest’anno hanno preso parte gruppi provenienti da diversi paesi del mondo. Gli 8 cori partecipanti (Hakol Hashazur Choir – Yavne – Israel, Coro Giovanile InCanto – Cava de’ Tirreni – Salerno, Coro UniCampania “Luigi Vanvitelli” – Napoli, Coro Inkantos D’Olia – Dolianova – Sardegna, Tzlil Ra’anan Choir – Ra’anana – Israele, Coro T’Incanto – Salerno, Galei Sheer Choir – Kiryat Yam – Israele, Corale Polifonica Angelicus – Mercato S. Severino – Salerno), guidati dai rispettivi direttori, si sono esibiti in teatri, chiese e anfiteatri scelti appositamente per le particolari caratteristiche acustiche o per valorizzare i repertori di ogni gruppo musicale. Nelle locations di quest’anno si sono toccati luoghi privilegiati come Amalfi.

Nella Basilica del Crocefisso, infatti, venerdì 21 ottobre alle ore 19,15, si è tenuto il Gran Concerto dei Cori che ha rappresentato il momento clou del Festival Cantus Angeli. Nel corso della serata tutti i cori si sono esibiti con brani tratti dal proprio repertorio in un’atmosfera spettacolare di unione e d’amicizia. Il trionfo della convivialità invece è stato raggiunto sabato 22 ottobre. Nella giusta atmosfera di fratellanza si è tenuto infatti il Gran Galà dei Cori. Una cena-spettacolo durante la quale i gruppi partecipanti, degustando le specialità della cucina mediterranea, sono stati spettatori ed attori di uno spettacolo indimenticabile.

Il Coro Insegna tra musica e mare

Ma l’elemento maggiormente caratterizzante tutta la kermesse è stato l’incontro con gli studenti presso l’auditorium del Liceo musicale “Alfano I” di Salerno. “Il Coro insegna” è una lezione concerto durante la quale ogni coro si presenta, descrive il proprio repertorio, la tecnica vocale e strumentale ed esegue brani per la specialissima platea di studenti che da spettatori vengono chiamati a partecipare, in modo estemporaneo, all’esecuzione dei pezzi proposti. “Interagire con i ragazzi è sempre un’esperienza entusiasmante e questa con gli studenti dell’Alfano I ci ha enormemente arricchito e divertito”. Queste le parole del Maestro Carlo Forni, direttore del Coro dell’Università Vanvitelli, ultimata la lezione concerto.

Esibizione all’aperto “Voci nell’Aria“

La XV edizione del Festival si è poi conclusa con l’esibizione all’aperto – “Voci nell’Aria” – di tutti i cori partecipanti nell’incantevole anfiteatro a picco sul mare della Villa Comunale di Vietri sul Mare. Un palcoscenico naturale interamente decorato con le coloratissime ceramiche vietresi, illuminato da un caldo sole d’ottobre e con una vista sull’azzurro intenso del mar Tirreno.

Una bella manifestazione che la Corale Polifonica Angelicus di Mercato San Severino, diretta dal Maestro Aniello Napoli, riporta alla ribalta dopo due anni di stop forzato, appuntamento quindi alla prossima XVI edizione 2023.