0 Condivisioni

Luca Mascolo ( Presidente Ente Idrico Campano) : “Entro il 2025 restituiremo il fiume Sarno alla sua funzione naturale che è quella di portare acqua pulita al mare. Abbiamo censito ben 130 scarichi abusivi!”.

Le parole di Mascolo sono arrivate oggi, intervenendo  a Napoli alla conferenza  in occasione dell’Earth Day 2022 e dal tema: “ITALIA AL CENTRO DEL MEDITERRANEO   – Acqua  – Bene indispensabile nella strategia per la Transizione Ambientale”. I dettagli: “Stiamo investendo più di 500 milioni euro per il rifacimento delle reti fognarie, per i depuratori e per la riduzione delle perdite delle reti idriche. Stiamo facendo un grande lavoro sul bacino del fiume Sarno e su tutti gli agglomerati in procedura di infrazione in Campania. La grande operazione sul fiume Sarno che, parte da un censimento di tutti gli scarichi e dalla rilevazione di tutte le opere non completate, ha dato luogo ad un protocollo d’intesa tra Regione Campania e l’Ente Idrico Campano e Gori che in questo momento ha un investimento per la risoluzione delle criticità fognarie e l’eliminazione di oltre 130 scarichi abusivi all’interno del bacino idrografico del Sarno di circa 250 milioni di euro. Questa attività è monitorabile, trasparente su un sito che noi abbiamo voluto mettere in rete che si chiama energieperilsarno.it in cui ogni intervento puntualmente viene descritto nella fase di avanzamento progettuale o nella fase di avanzamento realizzativo. L’obiettivo è di risolvere tutti gli scarichi abusivi all’interno del reticolo idrografico del Sarno entro il 2025 e restituire il Sarno alla sua funzione naturale che è quella di portare acqua pulita al mare”

0 Condivisioni