Elezioni 202, boom del M5S a Napoli e provincia.  Il partito guidato da Giuseppe Conte ha incassato la vittoria in tutti i collegi uninominali, in città e in provincia: 11 collegi uninominali, 7 alla Camera e 4 al Senato. Orientamento diverso, invece, nel resto della regione, dove il centrodestra è già certo della vittoria dei 10 uninominali. A Napoli, la sfida più attesa, quella nel collegio Napoli-Fuorigrotta alla Camera, è stata vinta dall’ ex ministro Sergio Costa con il 39,72% che ha battuto, lasciandolo fuori dal Parlamento, Luigi Di Maio, fermo al 24,41% con la coalizione di centrosinistra.

La candidata del centrodestra Mariarosaria Rossi si ferma al 24,41% mentre l’ex ministro per il Sud Mara Carfagna, sostenuta da Azione, non va oltre il 7,10%. Negli altri collegi a spuntarla sono alla Camera: Dario Carotenuto (Napoli-San Carlo all’Arena), Antonio Caso (Giugliano), Pasqualino Penza (Casoria), Carmela Auriemma (Acerra), Carmela Di Lauro (Somma Vesuviana) e Gaetano Amato (Torre del Greco); mentre al Senato Ada Lopreiato (Napoli), Mariolina Castellone (Giugliano), Raffaele De Rosa (Acerra) e Orfeo Mazzella (Torre del Greco).

Nel resto delle province della Campania, invece, vince nettamente il centrodestra. Alla Camera sono stati eletti: ad Avellino Gianfranco Rotondi, a Benevento Francesco Maria Rubano, Giuseppe Bicchielli a Salerno, mentre ad Aversa (Caserta) Girolamo Cangiano, Imma Vietri a Scafati, e Attilio Pierro ad Eboli.

Per il Senato, invece, Giulia Cosenza per il colleggio Avellino-Benevento, Antonio Iannone a Salerno, mentre nei collegi di Caserta a spuntarla sono Giovanna Petrenga e Carmen Letizia Giorgianni.