Con lo stesso risultato della settimana scorsa la Scafatese espugna il “Massaquano” di Vico Equense e conquista la seconda vittoria consecutiva in campionato. Ancora senza Mascolo e Alvino, Liquidato ripropone il 3-5-2 con cui ha battuto il Salernum, puntando però sulla coppia Evacuo-Galasso e recuperando un uomo sugli esterni, dove propone dall’inizio Bozzaotre e Manzo. Sulla sponda Vico Equense esordio in panchina per un pezzo di storia canarina, indimenticato numero 10 che tante gioie ha regalato ai supporters canarini negli anni, su tutte la magia di Atessa datata 25 maggio 2008.
Il match si apre subito con ritmi altissimi: al 7′ Manzo tenta la conclusione destra parata da De Iulio, mentre tra il 17′ e il 21′ è Djalo per ben due volte a mettere in apprensione la retroguardia ospite, prima con un tiro smorzato e poi con una progressione travolgente che non trova la degna conclusione.
Ma tutto cambia al minuto 22 quando Antonio Napolitano inventa la rete del vantaggio canarino, una botta dalla distanza che non lascia alcuno scampo a De Iulio e va a insaccarsi dritta all’angolino alto sinistro, dove si annidano i nemici dell’igiene. Al 35′ l’infortunio di Galasso costringe Liquidato a effettuare subito un doppio cambio, con l’inserimento dell’esterno Di Pasquale e dell’attaccante Tagliamonte, mentre tre minuti più tardi Davide Evacuo prova ancora da lontano a sorprendere l’estremo difensore locale. A quanto pare la conclusione da fuori area sembra essere la soluzione preferita della squadra ospite e al 43′ cala l’asso anche Canale che con un tiro potente e preciso sigla il raddoppio e manda le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 0-2.
Nella ripresa varia un po’ la storia e si comincia a vedere dalle parti di Botta più spesso un Vico Equense che nella prima frazione era sembrato un po’ rinunciatario; i costieri alzano il baricentro e provano a rendersi pericolosi con la conclusione di Tartaglione, ma da quel momento del match la squadra biancoazzurra, sebbene in grado di conquistare spesso la trequarti, difficilmente riesce a sfondare il muro giallobleu e a concludere verso la porta, anzi è la Scafatese a rendersi pericolosa in ripartenza con una folata offensiva di un indiavolato Vincenzo Manzo, oggi tra i migliori dei suoi, che ara la fascia sinistra ma non riesce poi a servire un pallone ghiotto per Evacuo.
VICO EQUENSE: De Iulio 05, Quinterno 04 (79′ Ferrara), Correale, Cuomo (50′ Musto 03), Mezavilla, Manzi, Gargiulo, Tartaglione (79′ Nardelli), Zerlenga (50′ Piccone 03), Djalo, Guidoni. All: Teta.
SCAFATESE: Botta 04, Trezza, Esposito, Masullo, Bozzaotre (35′ Tagliamonte), Canale, Manzo (81′ Ferrentino), Costantino (66′ Cavaliere), Napolitano (56′ Iommazzo), Evacuo, Galasso 03 (35′ Di Pasquale 03). All: Liquidato 
RETI: 22′ Napolitano, 43′ Canale
Arbitro: Marco Di Placido di Ariano Irpino
Assistenti: Vincenzo Tallarico di Ercolano e Roberto Romano di Torre del Greco
Note: Ammoniti: Mezavilla(V), Tartaglione (V), Guidoni (V), Botta (S). Calci d’angolo: 4-5.