Prima frazione  intensa al San Martino di Maiori: il cuore dei biancazzurri padroni di casa non riesce a tenere a freno l’esperienza di tanti calciatori di grande livello, superiori sia in tecnica che in collettivo. Vantaggio Scafatese con il figliuol bomber prodigo Davide Evacuo, mentre il raddoppio arriva dall’inserimento in avanti del difensore centrale Pasqualino Esposito, che fa festa di testa. Prova a rimettersi in carreggiata il Costa d’Amalfi; trova con la mezz’ala Proto il gol che dà la sensazione di poter riaprire i giochi. Ma allo scadere della prima frazione la speranza svanisce, esattamente quando Ciccio Alvino sigla il terzo gol per la squadra allenata da Stefano Liquidato. Senza storia la ripresa, che consente anzi ai canarini di rimpinguare il bottino della prima di campionato con Napolitano e col bis personale di un motivatissimo Evacuo: finisce 1-5.

 

Al 5′ primo inserimento di Alvino che viene fermato però in posizione irregolare, al 10′ ci prova Napolitano mentre al 19′ è spettacolare la rovesciata in area di Pasqualino Esposito che però non c’entra lo specchio. I padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Botta al minuto 20, con l’estremo difensore costretto agli straordinari per deviare in angolo, ma passano soltanto tre minuti e sono nuovamente i giallobleu a farsi pericolosi con la conclusione di Costantino salvata in corner. Dagli sviluppi del tiro dalla bandierina nasce anche un’altra occasione per Mascolo ma la palla gol più ghiotta per i canarini arriva al minuto 30 quando Evacuo imbocca Alvino che però, a tu per tu con Manzi, non riesce a ipnotizzare l’estremo difensore costiero.
Al 35′ la svolta del match: si può descrivere come potente e poderosa la falcata di capitan Evacuo, in grado di superare due uomini prima di battere il portiere e mandare in visibilio i circa cento sostenitori provenienti da Scafati. La giocata vincente del T-Rex sblocca la Scafatese che non aspetta nemmeno 120 secondi per raddoppiare: al 37′ sinistro telecomandato di Masullo dalla bandierina e Pasqualino Esposito batte il record europeo di salto in alto e impatta perfettamente la sfera per lo 0-2. Il pomeriggio costiero non smette di regalare emozioni e nemmeno un minuto dopo il gol di Esposito il Costa D’Amalfi si rimette di nuovo in partita con la rete di capitan Proto che prova a scuotere i suoi, ma prima di andare negli spogliatoi i canarini archiviano il match con una fantastica spondda aerea di Evacui che premia l’inserimento di Alvino, bravo poi a spiazzare Manzi e a chiudere la prima frazione sull’1-3.
Al rientro il leit motiv della gara non cambia e già al primo minuto Evacuo cala il poker giallobleu con un chirurgico incrocio destro sul secondo palo, una giocata da attaccante vero che vale la doppietta personale per il capitano. Inizia la girandola delle sostituzioni, mister Liquidato decide di far entrare prima Ferrentino per Costantino e poi Tagliamonte per Mascolo, mentre al 74 Napolitano, pronto a lasciare il terreno di gioco in favore di Iovinella, decide di chiudere la sua partita disegnando una traiettoria letteralmente perfetta su punizione.
COSTA D’AMALFI: Manzi, Imperiale 03, Giliberti 03, Matrone, Proto (50′ Apicella), Magno, Criscuolo, Ferraiolo, Milano 05 (66′ Esposito 05), Vaccaro, Ferrara. A disposizione: Polverino 05, Bocchetti, Fortunato 03, Serretiello 05, Galano 04, Infante, Celentano. All: Proto
SCAFATESE: Botta 04, Di Pasquale 03, Esposito, Trezza, Masullo (81′ Manzo), Canale, Napolitano (75′ Iovinella), Costantino (58′ Ferrentino), Alvino, Evacuo (83′ Senatore), Mascolo (65′ Tagliamonte).
A disposizione: Cappuccio 03, Iommazzo, Zatico 04, Galasso 03. All: Liquidato 
RETI: 35′ Evacuo, 37′ Esposito, 38′ Proto, 44′ Alvino, 46′ Evacuo, 74′ Napolitano
Arbitro: Francesco Matrone di Torre Del Greco
Assistenti: Antonio Vano di Napoli e Costantino Recano di Nola.
Note: Ammoniti: Apicella (C), Costantino (S), Napolitano (S). Calci d’angolo: 2-4 .