Inizia nel migliore dei modi il 2023 della Scafatese che nello scontro di alta classifica con l’Audax Cervinara si impone addirittura con un netto 5-0. Dopo un quarto d’ora di studio la gara si mette in discesa per i padroni di casa con la testata di Stefano Costantino che svetta prepotentemente sull’angolo battuto da Masullo e timbra il gol del vantaggio giallobleu; gioia immensa per il centrocampista che mette a referto la sua seconda rete stagionale. Il primo tempo, però, non è tutto a tinte canarine, anzi gli uomini di Iuliano alzano il baricentro nel tentativo di rimettere in equilibrio la gara, come quando al minuto 2 Signorelli di testa colpisce bene ma non trova lo specchio; e se dall’altro lato il bomber Evacuo prova la magia da 40 metri che per poco non faceva venir giù lo stadio è Botta a prendersi gli applausi per la sua pronta risposta sulla punizione di Signorelli del 36′.

L’occasione più ghiotta per il pareggio ospite capita al 42′ sui piedi di Caro ma nella ripresa la Scafates ritorna in campo con tutt’altro piglio e, con giocate di pregevole fattura accompagnate alla solita “garra”, riesce a dare una pesante spallata al match. E se dal primo angolo era nato il vantaggio canarino dal secondo nasce il colpo che stordisce i caudini: Masullo disegna una parabola di sinistro che come nella prima frazione viene letta con ottima scelta di tempo da Costantino, il colpo del numero 8 viene ribattuto con un balzo felino da Scolavino ma all’interno dell’area piccola Iovinella è lestissimo in tap-in a trasformare e a mettere in ghiaccio la gara.

Negli ultimi 15 minuti, infatti, la Scafatese si specchia nella sua bellezza e riesce a mettere a segno altri tre straordinari gol: al 76′ con un sinistro volante da capogiro che va a insaccarsi dritto al sette si iscrive all’albo dei marcatori anche Roberto Masullo, a coronamento di una prestazione maiuscola sia in fase difensiva che offensiva; il funambolo esterno, che oltre al terzo gol aveva battuto i corner delle prime due reti, riesce a metterci lo zampino anche nella quarta realizzazione, inspirando con la sua battuta lunga dall’esterno la plastica e bellissima sforbiciata di Pasqualino Esposito che fa esplodere il Vitiello per la pulizia del suo gesto tecnico, anche se sugli almanacchi la rete verrà poi attribuita a Davide Evacuo, ultimo a deviare la sfera prima di varcare la linea.

SCAFATESE: Botta 04, Iovinella, Esposito, Trezza, Di Pasquale 03 (61′ Iommazzo), Cavaliere, Masullo, Costantino (68′ Canale), Napolitano (61′ Senatore 04), Evacuo, Alvino (74′ Tagliamonte). A disposizione: Scarpati, Manzo, Iommazzo, Tagliamonte, Canale, Marsiglia 04, Senatore 04, Salvatore 04, Vassallo 05. All: Liquidato 

AUDAX CERVINARA: Scolavino, Barbato (56′ Sbordone), Guida (74′ Orfanos 03), Cimino, Palumbo, Mercaldo 03, Russolillo, Caro (87′ Abissinia 03), Casale, Signorelli, Giordano 04 (61’Piccolo 04). A disposizione: De Lucia 06, Orfanos 03, Abissinia 03, Petrosino, Piccolo 04, Furno, Castellano, Cioffi, Sbordone. All: Iuliano 

RETI: 15′ Costantino, 52′ Iovinella, 76′ Masullo, 80′ Evacuo, 90′ Evacuo

Arbitro: Francesco Vitalii Diomaiuta di Salerno
Assistenti: Giuseppe Orazio di Frattamaggiore e Giuseppe Francesco Maiello di Nola
Note: Ammoniti: Signorelli (A), Costantino (S), Napolitano (S), Barbato (A). Calci d’angolo: 4-5.