Si ferma a 17 la striscia positiva della Scafatese che cade al Figliolia di Baronissi contro un gran bel Salernum, agguerrito e ben messo in campo. Liquidato conferma quasi in toto l’undici titolare che ha battuto l’Audax Cervinara inserendo solamente Senatore e Iommazzo tra i titolari al posto di Di Pasquale e Napolitano, mentre Leone punta sulla coppia d’attacco composta da Brogna e Trimarco nel tentativo di far male ai canarini, potendo puntare anche sugli ex Imparato e capitan Cammarota.
Sul prato in sintetico del Figliolia la prima occasione è per i padroni di casa che fanno tremare Botta con una conclusione di Brogna, ma la prima frazione, seppur giocata su ritmi alti, è avara di occasioni importanti, fatta eccezione di un colpo di testa alto di Evacuo al 9′ su cross di Senatore e su un’altra testata poco precisa di Iovinella al 32′. Dopo l’intervallo, invece, il volto del match cambia completamente e si iniziano a registrare conclusioni verso lo specchio: i padroni di casa, consci di uno stato di forma eccellente, provano ad alzare il baricentro e protestano al 49′ per un ipotetico colpo di mano di Iommazzo in area, ma nel giro di due minuti è la Scafatese a spingere due volte sull’acceleratore sfiorando il vantaggio prima con il sinistro di Alvino e poi con la trivela destra di Cavaliere. Il gol però arriva dall’altro lato del campo al minuto 66, quando Trimarco riesce a sfruttare nel migliore dei modi un’incertezza della difesa giallobleu e con un destro letale non lascia scampo a Botta. Liquidato prova a cambiare il volto dei suoi inserendo Napolitano, Di Pasquale, Canale e Tagliamonte, ma questa volta la mossa non riesce a produrre frutti, al punto che la Scafatese riesce a farsi vedere spesso al limite dell’area avversaria senza però essere pungente. Negli ultimi minuti arrivano le due occasioni più ghiotte per il pareggio prima con la staffilata di Napolitano e poi, al 90′ preciso, con un colpo di testa di Evacuo deviato in angolo da Orlandi con un colpo di reni, ma al 91′ i canarini restano anche in dieci a causa dell’intervento da ultimo uomo di Botta su De Maio. La Scafatese termina la sua gara con Napolitano tra i pali e i padroni di casa sfiorano anche il raddoppio con una bella giocata di Sorrentino, bravo ad andar via tra due uomini ma meno preciso nella conclusione.
SALERNUM: Orlandi 03, Lonigro, Saadoui 04, Macario, Terlino, Imparato, De Simone (75′ Stornaiuolo), Cammarota, Trimarco, Brogna (69′ De Maio), Sorrentino. A disposizione: Orlandi 03, Chiumiento 03, Erra 04, Landi 04, Stornaiuolo, Aliberti 04, Limatola, De Luca, De Maio. All: Leoneo
SCAFATESE: Botta 04, Iovinella (62′ Tagliamonte), Esposito, Trezza, Iommazzo (69′ Napolitano), Cavaliere, Masullo (84′ Manzo), Costantino (72′ Canale), Senatore 04 (69′ Di Pasquale 03), Evacuo, Alvino. A disposizione: Scarpati, Canale, Di Pasquale 03, Tagliamonte, Napolitano, Marsiglia04, Manzo, Salvatore 04, Solimeno 04. All: Liquidato
RETI: 66′ Trimarco
Arbitro: De Cicco di Nola
Assistenti: Infante di Battipaglia  Vatiero di Agropoli
Note: Ammoniti: Iovinella (SC), Esposito (SC), Masullo (SC). Espulso: Botta (SC) . Calci d’angolo: 2-2.