La copertina è per loro: i tifosi del Nuovo Blocco, che oggi hanno sfidato pioggia, freddo e vento per posizionare lo striscione di festeggiamento dei sette anni di vita e sostenere il “Castello” dall’inizio alla fine, portandolo per mano alla terza vittoria in campionato, la seconda in casa, contro un Vico Equense che pur senza la colonna difensiva Manzi è riuscito a far quadrato intorno al quarantenne Mezavilla, ora regista di retroguardia. Contaldo ha perso in extremis Pescicolo per febbre ed ha dovuto fare a meno per infortunio di Esposito e Sannia, Le altre assenze sono scelte in vista del prossimo inizio di mercato: oggi c’era uno spettatore di lusso, Mimmo Ferrentino, trequartista che ha ridetto sì per il ritorno in rossoblù. Si parte con Coppola tra i pali e la linea difensiva composta da Cesarano, Raimondi, De Palma ed Elefante. A centrocampo, Catalano viene affiancato da Romano, con D’Angolo pronto alla classica posizione ibrida. In avanti Orefice e Procida vanno a supporto di Granato.

Il Vico ha la prima chance vera con Guidoni, bravo Coppola a mettere in angolo. Poi il taccuino segnala due grandi chance in ripartenza con Procida, sfumate per un soffio. Al 36′ ospiti in vantaggio: Guidoni, lasciato quasi incustodito in area, chiude la giocata con un gioiellino balistico (azione però nata dall’ormai rituale disattenzione dei padroni di casa da situazione di fallo laterale contro). Passano tre minuti ed è pareggio: sull’ennesima giocata veloce e ben architettata, Orefice stavolta fa centro provandoci in due tempi e da distanza ravvicinata. Brivido al 44′ per Coppola: Sannino spreca un’occasione importante. Nella ripresa il vento diventa protagonista ancora di più, condizionando tutte le giocate. Ma il Castel San Giorgio ha voglia e gamba, ci prova con Procida e D’Angolo, ha un’opportunità anche con Granato, passa esattamente così:  punizione perfetta di Elefante, stacco vincente di Raimondi. Tutta la squadra, cambi compresi (Pepe, Bamba, Accarino), riesce a compattarsi e a non rischiare fino alla fine quasi nulla per poi andare a festeggiare dai tifosi.

 

CASTEL SAN GIORGIO: Coppola, Cesarano, Elefante, Catalano, De Palma, Raimondi, D’Angolo, Romano (25′ st Pepe), Granato (43′ st Accarino), Procida, Orefice (32′ st Bamba). A disp. Strino, Anzalone, Lavorante, Siano, Buscè, Faiella. All. Contaldo. 

VICO EQUENSE: De Iulio, Ferrara (43′ st Guidone), Correale, Froncillo, Mezavilla, Nardelli, Sannino, Celentano (35′ st Gargiulo), Barra, Djalo (40′ st Tartaglione), Guidoni. A disp: Leone, Quinterno, Moccia, Arpino, Visconti, Norvello. Allenatore: Teta.

ARBITRO: Castello di Ercolano (assistenti Rocco e Lauro di Castellammare)

RETI: 36′ pt Guidoni, 39′ st Orefice, 35′ st Raimondi.

Ammoniti: Romano, Pepe, Nardelli, Celentano. Recupero: 1’pt, 5’st.