Anno nuovo, andazzo e andamento nuovo per il Castel San Giorgio, che vince una partita dal valore doppio: lo scontro salvezza sul campo del Sant’Agnello di Guarracino. Un gol per tempo da parte del centravanti Stefano Marrocco, alla seconda apparizione in rossoblù, hanno sentenziato il successo per la squadra di De Cesare, nell’occasione scesa in campo priva di Vaccaro e Carrafiello, oltre che di un Raimondi non al meglio. Tesoniero tra i pali. Linea difensiva giovane composta da Esposito, Capuano, Di Giacomo e Di Benedetto. A centrocampo Catalano, Ferraro e Polichetti. In avanti Procida, Marrocco e Conte,

Parte meglio il Sant’Agnello, che subito chiama in causa la bravura e l’esperienza Tesoniero, bravissimo nelle prime battute della sfida ad opporsi alla conclusione di Di Maio, innescato dalla giocata di Starita. Qualche minuto dopo, ancora Tesoniero bravo, primo a dire di no ancora a Di Maio, sugli sviluppi di un corner, e successivamente a “chiamarsi” il fallo che annulla il gol di Esposito, sempre dagli sviluppi di angolo. Scampato il pericolo, i rossoblù vanno a piazzare il gol del vantaggio al momento giusto: azione iniziata da Ferraro, proseguita da Procida, poi di nuovo Ferraro per il suggerimento decisivo a Marrocco, che di piatto insacca.

Ad inizio ripresa, primo cambio di De Cesare: Pepe prende il posto di Polichetti (strada facendo ci sarà spazio anche per Liguori al posto di Conte, Delnegro per Ferraro, Raimondi per Marrocco e Siano per Procida). I sangiorgesi soffrono pochissimo, controllano la partita e vanno a raddoppiare, anche stavolta, con un gol al momento giusto: palla da dietro di un rinfrancato Capuano, prosegue l’azione Procida che col destro pesca nuovamente l’istinto del gol del compagno di linea Marrocco.

 

 

 

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.