La decisione del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, di opporsi, nel corso della Conferenza delle Regioni, al decreto ministeriale che istituisce la cosiddetta sanità territoriale, non dovrebbe mettere a rischio il trasferimento degli appositi fondi del Pnrr alle Regioni.

Ne è convinta la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, la quale, a margine dell’inaugurazione di Sensei, spazio multisensoriale del centro diurno Autismo del Asst Santi Paolo e Carlo di Milano ha spiegato che “il governo ha la facoltà di poter procedere comunque e ci auguriamo che lo faccia, anche perché questa è una milestone europea e non proseguire significherebbe perdere i fondi del Pnrr per quanto riguarda la sanità e quindi sono certa che il governo proseguirà”.

“Il dato positivo – ha aggiunto Moratti – è che tutte le Regioni hanno votato a favore delle misure necessarie per la sanità territoriale. Mi auguro che nei tempi che intercorrono tra ora e il momento in cui il governo autonomamente potrà decidere, per cui tra 15 giorni, la decisione del governatore De Luca, che ha posto delle osservazioni assolutamente pertinenti come le necessità di investire di più nella sanità, possa rientrare”. (ANSA).