Sono state scattate foto e le forze dell’ordine avrebbe identificato il colpevole della baraonda nello spogliatoio dopo la pesante sconfitta col Matera: in arrivo il Daspo per un calciatore della Nocerina (uno che non avrebbe gradito la sostituzione, visto che circola il nome di Magri) per aver fracassato lo spogliatoio dopo un pesante diverbio – si è giunti alle mani  con due compagni di squadra). La situazione in casa rossonera è critica sotto tutti i fronti: la proprietà italo-americana non parla ufficialmente ma va dicendo di voler rilanciare. Alcuni calciatori sarebbero pronti ad andar via a dicembre. Grasso non si sente più e vede le partite casalinghe semi-nascosto. Zavettieri invece fugge da responsabilità tangibili, le stesse del da tempo scappato Sannino. Due le soluzioni: la proprietà italo-americana sceglie gestori tecnici e dirigenziali competenti oppure passa la mano (a chi in questo caso ? C’era stato mesi fa un accenno di trattativa con Pappacena voluto da un dirigente nocerino del club ed un incontro dello stesso Pappacena con Napolitano, professionista avellinese andato via dopo aver messo diversi soldi nell’impresa per contrasti su tutti i fronti con Grasso che è il riferimento della proprietà Natale).