La Libreria Raffaello in via Kerbaker a Napoli ospita, sabato 5 marzo alle 18, la presentazione de L’isola dei ricordi di Massimo Pallottino (PeQuod editore). Lo scrittore lucano mette nero su bianco una storia vera che lo ha visto protagonista sulla magnifica isola greca di Lefkada, anche se questo libro affonda le sue radici nella città di Napoli dove il romanzo fu concepito molti anni fa e dove lo scrittore si è formato e ha vissuto.

Insieme all’autore interverranno: il giornalista del Mattino Stefano Prestisimone e la scrittrice Chiara Tortorelli. Modera la giornalista Enrica Buongiorno. Letture a cura dell’attrice Ramona Tripodi.

Sono molto legato alla città. Napoli mi ha sempre accolto ed è qui che è iniziata la mia avventura con la scrittura, grazie ad Antonella Cilento. Questo romanzo infatti fu pensato proprio quando vivevo all’ombra del Vesuvio ed ora che quel progetto si è concretizzato ho voluto venire qui a presentarlo – ha spiegato Massimo Pallottino -. Questa storia comprende avvenimenti reali ed altri frutto della fantasia. Per cominciare, è vero che al termine di diverse sedute di ipnosi regressiva a cui mi sono sottoposto ho scoperto di essere stato in una vita passata il proprietario di un albergo in un’isola delle Ionie; come è pur vero che una donna sulla cinquantina nativa dell’isola di Lefkada, che ho conosciuto nell’albergo dove ho trascorso otto mesi, mosso dalla curiosità di conoscere quella terra che mi avrebbe ospitato in una mia precedente esistenza, alle primi luci dell’alba di un mattino d’inizio luglio ha abbandonato l’isola e con essa la sua famiglia e il suo fidanzato promesso sposo per fuggire in Italia con uno skipper di Ferrara”.

Il libro
Sofia, una ragazza diciottenne dell’isola di Lefkada, all’alba della mattina dei primi di luglio abbandona i familiari e Yannis, il suo fidanzato promesso sposo, per fuggire in Italia con Lorenzo, uno skipper… La storia si snoda attraverso le pagine come i fotogrammi della pellicola di un film: dalla Grecia all’Italia, dal Canada sino di nuovo alla Grecia dove il “cerchio” si chiude. Tra musica, personaggi singolari e paesaggi mozzafiato.

Biografia sull’autore
Massimo Pallottino è nato a Rionero in Vulture (Potenza) nel 1962. Dopo gli studi in Giurisprudenza, a Napoli ha partecipato ad un Corso di scrittura con l’autrice Antonella Cilento e poi ha frequentato un Master in Scrittura Creativa presso l’Istituto Superiore di Comunicazione di Roma, specializzandosi in scrittura cinematografica e televisiva. Ha frequentato, presso la Scuola di scrittura Omero di Roma, un corso di sceneggiatura per il cinema con Sergio Donati, autore dei film di Sergio Leone, e anche un Laboratorio di narrativa per la stesura di un romanzo. Ha pubblicato i romanzi “Io aspetto nel buio”, “Un rebus per uccidere” col quale ha partecipato alla rassegna del giallo “Milano nera” (PeQuod) e “Nell’anno della sindrome di Rhee” (edizioni Ensemble) col quale è tra i finalisti del Premio letterario di Basilicata.  L’autore ha pubblicato anche diversi racconti.