Le due compagini si affrontano a viso aperto, mettendo in campo tanta cattiveria agonistica. Gli attacchi delle due formazioni però risultano tutt’altro che efficaci dagli ultimi metri. Non a caso, il match rimane inchiodato sullo 0-0 fino a pochi minuti dall’intervallo. Prima di andare a riposo, la Cavese riesce a portarsi in vantaggio. I blufoncé di mister Emanuele Troise sbloccano la gara al minuto 42 grazie all’autogol di Dammarco su tiro ravvicinato di Gagliardi.

A rompere il ghiaccio nella ripresa è il Nola. Gli ospiti ci provano dalla distanza di Langella. La replica della Cavese arriva: Bacio Terracino cerca il gol dal limite ma non trova lo specchio della porta. Subito dopo la risposta dei padroni di casa, il Nola torna a farsi minaccioso, trovando la via del gol con una ripartenza concretizzata dall’ex Cavese Oggiano. Dopo il pari subito, la formazione di casa si riversa con foga nella metà campo del Nola. Gli ospiti crollano al 77esimo, concedendo la rete del 2-1. Ad andare in gol è Foggia con un sinistro chirurgico che regala la prima vittoria in stagione e la conseguente qualificazione al secondo turno. Per l’esordio in stagione, la Cavese si è vista priva della sua frangia tifoseria più calda. La Curva Sud, di fatto, ha preferito disertare e  contestare con uno striscione esposto all’interno dello stadio Simonetta Lamberti: “Orari assurdi e scelte indecenti, siete voi gli unici perdenti!”.

CAVESE: Colombo, Rossi, Lomasto, Fissore, Maffei, Salandria (67’ Palma), Bezzon (92’ Puglisi), Bacio Terracino, Gagliardi (67’ Aliperta), Banegas (88’ Bubas), Foggia. Allenatore: Troise.

NOLA: Tricarico, De Luca, Dommarco, Langella, D’Orsi, Bontempo, Gonzalez (82’ Ruggiero), Faiello (82’ Kean), Maggio, Chianese (74’ Caliendo), Oggiano. Allenatore: Rogazzo.

ARBITRO: Morello di Tivoli ASSISTENTI: Chiarillo di Moliterno — Laurieri di Matera

MARCATORI: autogol Dommarco (42’), Oggiano (55’), Foggia (77’)

AMMONITI: D’Orsi, Fissore, Chianese, Lomasto, Palma

RECUPERO: 0’ (pt), 4’ (st)