0 Condivisioni

Buona affermazione delle due liste presentate dalla coalizione di centrosinistra a sostegno del sindaco metropolitano Gaetano Manfredi e della lista del Movimento 5 Stelle, Forza Italia prima forza del centrodestra, flop della lista di sinistra «Comuni protagonisti».

Questi i primi dati emersi dallo scrutinio e relativi alle elezioni del Consiglio della Città metropolitana di Napoli, ancora da ufficializzare da parte dell’Ufficio elettorale costituito nella sede della Città metropolitana a piazza Matteotti. Secondo i primi conteggi, le liste «Progressisti e Riformisti per Napoli metropolitana» e «Napoli metropolitana», riferibili alla coalizione di centrosinistra che sostiene Manfredi al Comune di Napoli, avrebbero ottenuto 7 consiglieri ciascuna; a seguire, 3 consiglieri per la lista «Territori in Movimento» del Movimento 5 Stelle, con nome e simbolo inediti per scelta del M5S dopo la pronuncia del Tribunale di Napoli che ha sospeso il nuovo statuto e la nomina a presidente di Giuseppe Conte in attesa della discussione nel merito.

 

La lista di Forza Italia dovrebbe incassare 2 consiglieri, prima tra le liste del centrodestra. Un consigliere a testa per Fratelli d’Italia, Grande Napoli, Progresso e Legalità con Catello Maresca, Lega e «I Territori in Azione». Nessun consigliere per « Napoli al Centro» e per la lista «Comuni protagonisti – Uniti per lavoro ambiente e diritti». Tutti i dati sono ancora non ufficiali, si attende l’esito del conteggio da parte dell’Ufficio elettorale.

Salvatore Cioffi, presidente del Consiglio Comunale di Pomigliano d’Arco, è stato eletto consigliere della Città metropolitana di Napoli. Cioffi è stato il più votato di Napoli e provincia.

 

Dai primi dati che emergono è evidente che ad imporsi siano state le due liste di centrosinistra: “Napoli metropolitana”, che fa capo al sindaco Gaetano Manfredi e “Riformisti e progressisti”, lista di ispirazione deluchiana insieme al Pd. Sette eletti a testa, sul totale di 24 consiglieri.In corso lo spoglio per il rinnovo del Consiglio metropolitano di Napoli. Dai primi dati che emergono è evidente che ad imporsi siano state le due liste di centrosinistra: “Napoli metropolitana”, che fa capo al sindaco Gaetano Manfredi e “Riformisti e progressisti”, lista di ispirazione deluchiana insieme al Pd. Sette eletti a testa, sul totale di 24 consiglieri.

In pratica finisce pari la sfida tra il sindaco e il governatore. Il M5S, che ha deciso come il Pd di correre senza simbolo con una civica, riesce ad incassare 3 seggi. Primo partito del centrodestra Fi che elegge due consiglieri; 1 per la Lega e 1 per FdI.

Anche Catello Maresca è riuscito ad eleggere un consigliere della sua lista. Un seggio anche per “Territori in Azione” la lista di Calenda e “Grande Napoli” che fa capo alla parlamentare ex renziana Michela Rostan. Flop per “Napoli al centro”, lista nata sull’asse Mastella-Toti e per la lista di Antonio Bassolino.

Questi i 24 consiglieri metropolitani eletti (in attesa di proclamazione ufficiale), che con il sindaco metropolitano formano la Città Metropolitana di Napoli (ex Provincia):

Progressisti e Riformisti (7): Giuseppe Cirillo, Antonio Sabino, Giuseppe Tito, Marco Del Prete, Luciano Borrelli, Carmine Lo Sapio, Giuseppe Bencivenga.
Napoli Metropolitana (7): Gaudioso, Abagnale, Caiazzo, Colella, Sorrentino, Sommese, Andreozzi.
Fratelli d’Italia(1): Mocerino.
Territori in Movimento (3): Cioffi, Flocco, Pezzella.
Territori in Azione (1): Marrazzo.
Lista Maresca (1): Vincenzo Cirillo.
Forza Italia (2): Pelliccia, Guanci.
Grande Napoli (1): Grimaldi.
Lega (1): Esposito.

continua su: https://www.fanpage.it/napoli/elezioni-citta-metropolitana-di-napoli-2022-i-risultati-e-gli-eletti-in-consiglio/
https://www.fanpage.it/

 

0 Condivisioni