Accolto il ricorso del Castel San Giorgio (Eccellenza) contro il Santa Maria (Serie D): la società cilentana, con una cifra che scaturirà dai parametri vigenti, dovrà indennizzare quella dell’Agro per aver portato, senza consenso del club che l’ha cresciuto, cioè senza accordo, il centrocampista classe 2003 Pietro Citro, lanciato l’anno scorso in Eccellenza da De Cesare: il tutto è stato stabilito con sentenza, il Castel San Giorgio ha diritto al Premio di Preparazione. Invece torneranno alla base a fine stagione altri due talenti: il centrocampista Botta, 2002 in grande evidenza al Brindisi, e il difensore Capuano, 2002 ora alla Gelbison. Le richieste e gli interessamenti per i due sono già sul taccuino della società di Longanella, Guariniello e Montefusco. Intanto, avendo rinunciato alla ripresa dell’attuale stagione di Eccellenza, il club ha con correttezza dato il via libera a tanti trasferimenti ad altre società di propri tesserati: gli apripista erano stati Sorrentino e Follera mentre di recente è toccato a Giura, D’Attilio e Natiello.