Saranno “messi in prova” i due minorenni, uno di Roccapiemonte e l’altro di Nocera Inferiore,  assistiti dagli avvocati Paride Annunziata e Manuel Capuano, protagonisti nella rissa di Carnevale dinanzi ad un ristopub di Castel San Giorgio, in via Ciancio, dopo aver bevuto ma soprattutto ascoltato Yung Snapp, affermato nel panorama hip hop italiano. I due minorenni sono accusati di tentato omicidio oltre che di rissa aggravata e uso d’arma bianca. La rissa sfociò in un accoltellamento. Al termine della messa in prova, se le relazioni degli educatori saranno positive, il reato si riterrà per loro due estinto. E’ già in corso, al contrario, il procedimento riguardanti altri cinque partecipanti alla rissa, tutti già maggiorenni all’epoca del fatto. Tutto accadde verso le tre di notte, provocato secondo le ricostruzioni delle forze dell’ordine da apprezzamenti non graditi verso una ragazzina. Ebbero la peggio in due: accoltellato con conseguenze all’addome un diciottenne di Castel San Giorgio, ferite alla mano per un ventenne di Mercato San Severino.