0 Condivisioni

In Campania, quest’anno, nessuno gli aveva dato la grande chance di ripetere quel che di buono aveva fatto alla guida del San Severo in Puglia. Nel calcio, e nella vita, mai dire mai. A cinque/sei partite dal termine del girone C di Eccellenza, ecco arrivare per Enzo Criscuolo, l’ex portierone cavese nato a Johannesburg, la grande occasione: allenare il Castel San Giorgio, trarlo in salvo in poche ma decisive partite: si comincerà domenica in casa col Vico Equense. “Ho il compito di fare l’impossibile per ringraziare questa società, a partire dal presidente Longanella, che ha avuto fiducia in me. Salvezza diretta o coi playout? Per ora non ci pensiamo, il nostro compito è chiaro, affrontare le restanti partite con la stessa voglia e lo stesso obiettivo, vincerle. Molti mi hanno chiesto chi me l’ha fatto fare. Io credo in questo gruppo, non merita l’attuale precaria classifica. Ma ora è venuto il momento di dimostrarlo coi fatti, dando l’anima in campo, trovando le forze fisiche e mentali per raggiungere un obiettivo che sarebbe bello come una vittoria di campionato. 

0 Condivisioni