La Primavera del Napoli va in scena al centro sportivo “Piccolo” di Cercola e annienta il Crotone vincendo 4-0 nella partita valevole per la 7^ giornata del campionato Primavera 2.

Alla compagine azzurra basta addirittura mezz’ora per chiudere la pratica e conquistare la seconda vittoria consecutiva su quattro disputate in campionato (due partite da recuperare). L’allenatore azzurro Cascione propone un 3-4-2-1 molto bilanciato e solido, risponde la squadra rossoblù con un 4-2-3-1 abbastanza spregiudicato. Il Napoli comincia ad ingranare e a salire in classifica, dopo la dèbacle dell’anno scorso con retrocessione in Primavera 2 il primo posto è l’obiettivo dichiarato.

 

Azzurri che iniziano benissimo trovando il gol praticamente su palla al centro: lancio lungo dalle retrovie, sponda del 9 azzurro Ambrosino per D’Agostino che insacca, parecchie responsabilità della difesa del Crotone in questa occasione. Il Crotone tenta una timida risposta soprattutto su calcio piazzato proponendo schemi preparati con cura da mister Galluzzo, ma il risultato è nullo. Il Napoli sfiora il gol prima con D’Agostino e poi con Iaccarino, ed è proprio quest’ultimo a realizzare il 2-0: azione personale del 2003 D’Agostino che ne mette a sedere due al limite dell’area e calcia di sinistro colpendo il pallo, pronto sulla respinta Iaccarino a ribadire in porta un pallone non facilissimo. Dopo 5 minuti va in rete anche l’ultima pedina del tridente d’attacco azzurro: riceve di spalle Ambrosino che, con un’azione da pivot, sguscia all’avversario che lo atterra in area. Rigore battuto dallo stesso Ambrosino che spiazza D’Alterio: 3-0 Napoli. Al 30esimo D’Agostino sigla la doppietta che chiude fin troppo prematuramente il match: ennesima palla persa dal Crotone sulla propria trequarti in favore di D’Agostino, uno due tra quest’ultimo e Ambrosino ed è ancora il 10 azzurro ad andare in rete mettendo la palla tra le gambe del portiere rossoblù. Crotone incapace di rispondere e che rischia di subire il quinto gol il 35 minuti, grande parata di D’Alterio che resta in piedi fino all’ultimo e non si fa beffare dallo scavetto di D’Agostino, vicinissimo alla tripletta personale.

 

Crotone molto più propositivo nella ripresa, complice una probabile strigliata di un mister Galluzzo che ci crede ancora, molto più dei suoi ragazzi a dire il vero. I calabresi sfiorano il primo gol con Maseano e si riaffacciano nuovamente in avanti al minuto 63’: cross dalla sinistra che attraversa l’area di rigore e colpisce Timmonieri, conclusione debole ma precisa che trova la traversa e si spegne sul fondo. Riprende il monologo del Napoli che va vicino al gol con Ambrosino prima e Umile poi. Ha ancora un’occasione per siglare il gol della bandiera il Crotone: cross dalla destra, Billotta prova a scavalcare Idasiak ma il pallonetto finisce di poco a lato. Da segnalare l’espulsione del tecnico rossoblù Galluzzo poco prima dei titoli di coda. Il Napoli travolge il Crotone secondo in classifica e gli consegna la prima sconfitta stagionale.

 

 

 

NAPOLI (3-4-2-1): Idasiak; D’Onofrio, Costanzo, Guarino; Barba, Sami, Virgilio, Romano; Iaccarino, D’Agostino; Ambrosino. PANCHINA: Pinto, Amoah, Potenza, Sepe, Spedalieri, Acampa, Nzila, Vergara, Furina, Pesce, Di Dona, Umile. All: Cascione

 

CROTONE (4-2-3-1): D’Alterio; Mignogna, Spezzano, Amerise, Esposito; Simone, Timmoneri; Ranieri, Trotta, Bilotta; Maesano. PANCHINA: Pesqua, Nicotera, Sinopoli, Lerose, Brescia, Torromino, Palermo, Periti, Frustaglia, Gozzo, D’Andrea. All: Galluzzo