Ad Angri i medici di base in servizio domiciliare e della guardia medica impegnati in visite mediche a domicilio non hanno più permessi gratuiti di sosta. Il  disagio è fortemente sentito dai medici di base costretti ad un tour de force in questi mesi di pandemia . La nuova società per la gestione delle aree di sosta, già al centro di polemiche per la modalità di affidamento del servizio ed esazione ticket è dunque di nuovo al centro di polemiche . I medici di base e professionisti sanitari chiedono conto all’amministrazione Comunale retta dal sindaco  Cosimo Ferraioli di porre rimedio a questa ennesima difficoltà che riguardano particolari categorie professionali che hanno necessità di essere facilitati nel loro lavoro al sevizio dei cittadini. “ Sono costretto ad utilizzare un mezzo a due ruote per la mancanza  di stalli di sosta garantita a medici e professionisti sanitari in servizio – dichiara un medico ma la stessa difficoltà  la pongono anche specialisti Asl e paramedici  in visita domiciliare e assistenza continua ad allettati o persone con grave disabilità. Si attendono ora delle risposte da parte del Comune e della società  di  gestione dei parcheggi, il cui affidamento è oggetto di continue e striscianti polemiche.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.