Angri ha bisogno di una rigenerazione,no alla solita spartizione e a problemi che restano irrisolti

0
253

Ciò che emerge è una fotografia disastrosa del nostro territorio. Tante le responsabilità di chi al governo del Comune nel corso di decenni è difatti venuto meno al ruolo che gli era stato affidato, per mere opportunità politiche di basso livello e di scarsissima attenzione al bene comune . Un territorio in cui permangono tante emergenze e una vivibilità sempre più complicata. Lo dimostra l’attività commissariale di questi ultimi mesi che rivela annose questioni che restano irrisolte ed in alcuni casi incancrenite. Può un commissario prefettizio occuparsi di tali problematiche rispetto ad una Comunità che appare distratta e forse già in parte condizionata e confusa dai soliti richiami elettoralistici acchiappa consensi. A chi spetta il compito di attenta valutazione se non a un cittadino consapevole e responsabile ? E la nostra comunità è pronta per affrontare questioni complesse che riguardano non solo il nostro presente ma soprattutto il futuro del nostro territorio. E allora è ora di fare uno sforzo tutti che vada oltre la ritrita logica tutta cittadina del nemico da abbattere. Serve autentico senso di appartenenza e obiettivi e non già per riempire programmi elettorali copia incolla ma per determinare azioni mediante scelte su individui che prestino un servizio di responsabilità. Chimere, illusioni? Si forse come quelle dei nostri padri che sognavano un mondo e una condizione migliore per noi figli e che con sacrificio e impegno sono riusciti a superare problemi che sembravano insormontabili. L’auspicio è dunque ritrovarci insieme per avviare un percorso che sia di analisi prima e di programmi veri così come si fa per ogni bilancio di una casa. Quel condominio allargato di nome Angri che ci faccia riflettere ed agire verso una rigenerazione ormai imprescindibile rispetto ad una decadenza e desertificazione valoriale e di identità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here