0 Condivisioni
Il sindaco di Angri, Cosimo Ferraioli ha scritto questa mattina una lettera al Prefetto di Salerno, Francesco Russo, per chiedere di disputare a porte aperte la partita che si disputerà domenica 20 marzo al Pasquale Novi tra US Angri 1927 e il San Marzano Calcio.

“Chiedo che non si ripeta quanto accaduto ad Ottobre, nelle medesima occasione, e che si permetta ai tifosi Angresi di appoggiare la squadra, seguire la propria passione, nel campo sportivo della città, senza se e senza ma” ha dichiarato il primo cittadino.

Il sindaco ha chiesto di tenere in considerazione il fatto che tifosi dell’US Angri 1927 stanno dimostrando, da più giornate, di essere una tifoseria all’altezza del contesto, che esprime il suo amore per il calcio e per la maglia, supportando i giocatori in campo senza gravare sulla sicurezza pubblica.

“Nelle ultime settimane gli spalti del Pasquale Novi rappresentano ancora di più quel momento di svago, aggregazione e appartenenza, che la città di Angri meritava di sentire ancora: non solo giovani, ma anche bambini, nonni e mamme, stanno accorrendo ogni domenica al campo sportivo con il solo scopo di divertirsi e stare insieme- si legge nel testo della lettera al Prefetto È vero, le forme di aggregazione nel tifo suscitano sempre un certo timore, ma ritengo che le colpe (passate) di pochi singoli non debbano ricadere su un gruppo intero di tifosi, a meno che non si dimostri che l’azione di quel singolo sia diretta espressione della collettività di appartenenza”.

 

Ferraioli aggiunge di aver insieme ai tifosi accettato a malincuore la decisione di giocare la partita a porte chiuse, che, a suo dire, si è rivelata come un’extrema ratio che non ha fatto altro che portare malcontento tra i tifosi, la Società e i giocatori stessi.
“È per questo che chiedo, in qualità di Sindaco e garante della città di Angri, che non accada ciò che è accaduto in occasione della partita di Ottobre, quando i cittadini e tifosi Angresi si sono visti privare del diritto di entrare nel campo sportivo della propria squadra e assistere alla partita – ha infine concluso il primo cittadino di Angri – Le chiedo, pertanto, che siano presi i giusti provvedimenti e le precauzioni che si ritengono più idonee, affinché la partita di domenica venga disputata a porte aperte per i tifosi dell’Angri”. Ovviamente il sindaco ha garantito, da parte dell’Amministrazione Comunale, piena disponibilità per la collaborazione.
0 Condivisioni