Il fatto è che i dipendenti pubblici in genere e non solo i cancellieri, si sono abituati a percepire lo stipendio senza fare un tubo. Adesso ritornare alla normalità è dura. La guerra a distanza tra avvocati e l’accoppiata cancellieri-impiegati prosegue a colpi di recriminazioni, soprattutto quelli di avvocati.

Ecco la testimonianza di uno di loro: “Ho chiamato il centralino di un ente pubblico, la signora stava cucinando e non mi ha fatto capire nulla con la confusione che faceva. Ieri (e stiamo nella fase 3) al comune di Angri non c’era un dipendente qualificato per far giurare uno straniero che vive in Italia da 40 anni ed ha preso la cittadinanza. Plauso al Collega Salinari che ha coniato l’espressione Smart Nulling..con soppressione dei buoni pasto e decurtazione dello stipendio.