Terza sconfitta di fila per l’Angri Femminile. Le ragazze di coach Francesco Iannone cedono il passo (69-73) al Basket Fasano, in una gara per lunghi tratti comandata. Poi un finale convulso, che ha visto uscire anche per falli Sapienza, ha premiato le ospiti.
 
Manna e Capriati rispondono alle locali con il 7 pari con cui si aprono le ostilità. Poi sale in cattedra Manna che infila le triple del 13-8 che infiammano il PalaGalvani. Fasano è compagine compatta e si rifà sotto mettendo il naso avanti sul 13-14. Un tiro realizzato, su rimbalzo d’attacco, da Capriati chiude la frazione sul 15-14. Nella seconda frazione si fa notare Iuliano, che mette a segno la bomba del 19-16. Angri respinge gli attacchi delle pugliesi e si porta sul +7 (25-18) con Falino e Capriati. Le ospiti sono brave a punire gli errori banali delle angresi e si rimettono in carreggiata con Tagliamento che segna il 31-29. Le locali mantengono il vantaggio con Manna e si va al riposo sul 37-33 con i due liberi realizzati ancora da Tagliamento.
 
Al rientro si fa vedere subito Sapienza con il canestro e fallo che vale il 40-35. Le ospiti non lasciano scappare via le angresi, che si affidano sempre alla loro lunga per mantenere il gap (44-40). Poi è Iuliano a portare le sue compagne sul 48-40. Il forcing di Angri prosegue e Capriati infila la bomba del 53-43. Un 2/2 di una positiva Falino portano la gara all’ultimo riposo sul 55-44. Nella quarta frazione Angri tenta di scappare definitivamente via con Manna, ma dalla lunga distanza Fasano la riapre per il 63-59. E’ Capriati a ricacciare indietro le avversarie con il gioco da tre punti del 66-59. Le viaggianti non si fanno intimidire e la riaprono definitivamente sul 68 pari. Negli istanti conclusivi succede di tutto, poi la precisione ai liberi premia le ospiti che conquistano i due punti.
 
Angri Pallacanestro Femminile-Basket Fasano 69-73
 
Angri Pallacanestro Femminile: Iuliano 14, Sicignano 1, Stigliano n.e., Manna 18, Dati 2, Nastro, Sapienza 10, Cesarano n.e., Falino 6, Manganiello, Capriati 18. All. Iannone
 
Basket Fasano: Tamborrino, Mangione 7, Porcu 9, Laera 7, Spagnolo 6, Mollica 3, Tagliamento 19, Ghiran, Pinto n.e., Vacca, Gismondi 22, Monopoli n.e.. All. Olive
 
Arbitri: Ferretti e Bombace Parziali: 15-14, 37-36, 55-44
 
 
 
Dopo due ko di fila torna al successo l’Angri Pallacanestro. I ragazzi di coach Nino Sanfilippo violano il campo di Lamezia (70-72) grazie a una prestazione di grande sacrificio. I grigiorossi, privi di Orsini e con Bucciol all’esordio dopo un solo allenamento, rialzano la china dopo le ultime prove sotto tono. Da annotare il ventello di Rubinetti e Louiserre e i 14 di un Izzo decisivo nei possessi decisivi.
 
Nel primo periodo l’Angri dimostra di essere arrivata in Calabria concentrata e giunge sul 19-10. Poi sul finire sale in cattedra Boffelli che permette ai padroni di casa di chiudere sul 21 pari. Nella seconda frazione è sempre l’argentino a realizzare il 23-21, facendo mettere il naso avanti ai lametini. Sono Louiserre e Iannicelli, con due bombe, a ribaltare il punteggio (25-29). La difesa grigiorossa costringe a pessime percentuali i locali e Granata e Izzo ne approfittano per realizzare il +9 (27-36). Lamezia non si disunisce e torna con veemenza con Molinario e Vita Sadi per il 34-36, che costringe Sanfilippo al time out. Poi due liberi di Monier spediscono la contesa sul 36-37 all’intervallo.
 
Alla ripresa è Rubinetti a trascinare i suoi sul 38-44. Pure in questa occasione, però, Lamezia non si fa spaventare e ribalta la situazione con Labovic e Seye Babacar (46-44), protagonista di un break di 8-0. I padroni di casa tentano di scappare via, ma Angri si tiene in linea di galleggiamento con l’ottimo Rubinetti (52-50). Louiserre sbaglia l’appoggio del sorpasso e così i lametini possono andare all’ultimo riposo sul 57-53. Nel quarto periodo Izzo si conquista l’antisportivo che vale il 57 pari. Malgrado l’imprecisione ai liberi Lamezia mantiene il gap con Biasich (62-59). Izzo e Louiserre si intendono alla perfezione e rimettono Angri avanti per il 62-63. Il finale è al cardiopalma. Un infuocato Izzo mette a segno il siluro del 68-71 con meno di 1’ da giocare. I possessi cruciali sono concitati. Da una parte e dell’altra si succedono gli errori. Izzo fa 1/2 dalla linea della carità a 4’’ dalla fine. Rodrigo tenta il tutto per tutto, ma la difesa tiene. Angri espugna Lamezia.
 
Lamezia-Angri Pallacanestro 70-72
 
Lamezia: Biasich 12, Molinario 7 Monier 9, Datuowei 7, Fazzari n.e., Seye 4, Vita 13, Boffelli 16, Lopez Royo n.e., Miscimarra, Labovic 2, Tagliano. All. De Martino
 
Angri Pallacanestro: Izzo 14, Di Domenico n.e., Granata 7, Ruggiero 1, Di Palma n.e., Iannicelli 6, Bucciol, Louiserre 20, Rubinetti 20, Chiavazzo 4. All. Sanfilippo
 
Arbitri: Cristarella e Gerardis Parziali: 21-21, 36-37, 57-53