Alex Zanardi: la fiammella della speranza resta accesa

0
82

Alex Zanardi sabato all’ospedale San Raffaele è stato sottoposto a una delicata procedura neurochirurgica eseguita dal professor Pietro Mortini, direttore dell’Unità operativa di Neurochirurgia, per il trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo.

Zanardi era stato trasferito nella struttura nel lecchese dopo oltre un mese di ricovero nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale ‘Le Scotte’ di Siena. Zanardi lotta fra la vita e la mote dallo scorso 19 giugno, quando nei pressi di Pienza, in provincia di Siena, era andato a sbattere contro un camion con la sua handbike nel corso di una manifestazione di beneficenza. Presso l’ospedale toscano l’ex campione di Formula 1 aveva subito tre interventi chirurgici alla testa nel tentativo di stabilizzarne le condizioni.

Al fianco di Zanardi ci sono sempre la moglie Daniela e il figlio ventunenne Niccolo’, che in questi mesi non lo hanno lasciato un momento e che stanno lottando insieme ad Alex questa ennesima battaglia di una vita straordinaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here