Un nuovo modello di sostenibilità per Matera e i centri storici del BelPaese . A Matera, lunedì 11 luglio, ore 10.30 Camera di Commercio, workshop promosso da Abbac, Ode, Fenailp e Ordine provinciale degli architetti . Interventi autorevoli di esperti e l’avvio di un osservatorio nazionale . Individuare un nuovo modello autenticamente  sostenibile per i centri storici di borghi, città e località culturali e turistiche, che stanno subendo, in questi ultimi anni, repentine trasformazioni urbanistiche e socio economiche. Se ne discute a Matera, lunedì 11 luglio dalle 10,30, presso la sala della Camera di Commercio, in un workshop formativo promosso dalle rete extralberghiera italiana Abbac – Fenailp – Ode Basilicata, con il coinvolgimento dell’Ordine degli Architetti e Paesaggisti della provincia di Matera.

“La ripresa del turismo dopo le gravi ripercussioni a seguito delle restrizioni da pandemia, malgrado rincari energetici, inflazione e depauperamento risorse naturali, acuisce una problematica complessa che già da alcuni anni sta riguardano i centri storici delle città e comuni italiani. Il rischio turistificazione, le speculazioni immobiliari, l’abbandono e le  nuove tendenze urbanistiche e di transizione ecologica spesso in contrasto con tutela, vincoli e burocrazia e la necessità di garantire redditi in aree desertificate – commenta il presidente nazionale Abbac e Fenailp Extralberghiero Agostino Ingenito – Il workshop cerca di fare il punto sulla situazione, partendo dal caso Matera, ex capitale della cultura e che ha subito trasformazioni che hanno avuto un impatto notevole sulla realtà territoriale, le medesime che rischiano di avere anche le altre località turistiche culturali se non si pongono precisi obiettivi nazionali”. 

Previsti i saluti istituzionali di Gaspare Buonsanti, presidente dell’Ordine degli architetti per la provincia di Matera, del presidente della Camera di Commercio della Basilicata Michele Somma, del sindaco di Matera Domenico Bennardi e del segretario nazionale della Fenailp Mario Arciuolo. Seguiranno gli interventi dei docenti dell’Universitá della Basilicata : Roberto Micera, docente di marketing, Ina Macaione, docente di progettazione architettonica e urbanistica, l’esperto territoriale Lorenzo RotaLuigi Snichelotto, presidente AssoMime, con le conclusioni affidate al docente Maurizio Di Stefano, presidente nazionale di Icomos. La moderazione è affidata al presidente nazionale dell’Abbac Agostino Ingenito. Prevista la presentazione del nascente osservatorio di turismo sostenibile con l’intervento della delegata della Basilicata Ida Riccardo e il conferimento di alcuni riconoscimenti a personalità che si sono distinte per la loro attività a supporto della valorizzazione culturale, turistica ed imprenditoriale. Il workshop ha valore di seminario formativo con rilascio di tre crediti formativi per gli architetti e paesaggisti iscritti all’ordine.