Big match per il Napoli di Gattuso, a Granada si gioca l’andata degli ottavi di finale di Europa League. Il Napoli si presenta da primo in classifica del girone F, gli spagnoli del Granada si sono piazzati al secondo posto nel girone E; a un solo punto dal PSV primo.

 

Si parte, Gattuso schiera il suo Napoli con sistema 4-3-3, a specchio i padroni di casa di mister Martinez. Al 3’ minuto è subito pericoloso il Napoli con Di Lorenzo, ottimo cambio gioco per Insigne che potrebbe concludere da ottima posizione ma preferisce fintare la conclusione facendosi murare dalla difesa. Il Granada è ben organizzato e riparte in maniera pericolosa, al minuto 11’ Kenedy brucia in velocità Mario Rui e cerca Molina in mezzo; salva tutto Maksimovic. Gli spagnoli vanno ancora vicinissimi alla rete con Foulquier, Meret esce dai pali e salva tutto; sulla ribattuta ci prova Molina ma Meret blocca e salva il Napoli. Al 19’ i padroni di casa concretizzano la mole di gioco creata, Kenedy crossa dalla destra e trova la testa di Herrera che insacca: 1-0 Granada! Passano appena due minuti e il Granada raddoppia: Machis serve sulla corsa Kenedy che guida la ripartenza dei suoi, coast to coast e sinistro chirurgico su cui Meret non può nulla; è 2-0 al 21’. Unica occasione del Napoli al 29’ con Mario Rui, Insigne serve il terzino portoghese sulla sovrapposizione ma quest’ultimo lascia partire un tiro cross che fa la barba al palo. La prima frazione è da dimenticare, Granada avanti di due reti. 

 

Il Napoli sembra reagire bene, ci prova dopo pochi secondi Insigne al volo ma l’attaccante di Frattamaggiore manca l’appuntamento col pallone. Al 57’ continua l’offensiva partenopea con Fabian Ruiz, serpentina della mezz’ala che viene però bloccata dal compagno di squadra Osimehn, incidente tra compagni di squadra che costa al Napoli una buona occasione da ottima posizione. Appena due minuti dopo ci prova la mezz’ala polacca Zielinski, gran conclusione dal limite che però si spegne alta sopra la traversa. Ora il Napoli arriva al tiro con costanza, complice chiaramente il risultato: al 72’ piazzato di Mario Rui che trova la testa di Rrahmani, alta la conclusione del centrale partenopeo. Il Napoli domina in questa ripresa e si sbilancia alla ricerca del gol, al minuto 86’ punizione di Insigne; scavetto diretto a Osimehn che non trova la girata vincente, nulla di fatto. Appena un minuto dopo è Fabian Ruiz a suonare la carica e a liberarsi sulla sinistra, cross forte su cui si avventa Rrahmani ma la difesa spagnola mura la conclusione; ora è forcing azzurro. Granada a centimetri dal 3-0 nel finale, al 90’ Herrera prende la mira e trova l’angolino ma Meret si supera e salva ancora una volta il Napoli. Finisce così, il Napoli perde per 2-0 a Granada e si conferma in un periodo negativo. 

 

Brutta sconfitta per il Napoli di Gattuso che scende in campo solamente nel secondo tempo, il Granada è più organizzato tatticamente e molto più concreto; Kenedy stravince il duello con Mario Rui e praticamente guida gli spagnoli alla vittoria. Il Napoli cercherà l’impresa al “Maradona” di Napoli giovedì prossimo, kickoff alle ore 18.55. 

 

Marcatori: 19′ Herrera (G), 21′ Kenedy (G)

 

Granada (4-2-3-1): Rui Silva; Foulquier, Domingos Duarte, Vallejo (22′ German), Neva (78′ Victor Diaz); Herrera, Gonalons (78′ Brice); Machis (69′ Soro), Montoro, Kenedy (69′ Puertas); Molina. All. Martinez

 

Napoli (4-3-3): Meret, Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic, Mario Rui, Fabian Ruiz, Lobotka (64′ Bakayoko), Elmas, Politano (46′ Zielinski), Osimhen, Insigne. All. Gattuso

 

Ammoniti: Elmas (N), Di Lorenzo (N), Foulquier (G), Insigne (N), Rui Silva (G), Zielinski (N), Victor Diaz (G), Brice (G), Montoro (G)





4 pensiero su “Ottavi Europa League: L’andata è del Granada, il Napoli deve reagire e in fretta – di Francesco Buonaiuto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.