5 Stelle sulla situazione dei rifiuti a Nocera (di Claudia Squitieri)

0
58

Allarme rifiuti, questo il tema della Conferenza Stampa indetta dal Movimento 5 Stelle presso la Biblioteca Comunale Pucci. Presenti il Consigliere Comunale Spinelli, le Senatrici Luisa Angrisani e Felicia Gaudiano, l’Europarlamentare Isabella Adinolfi.

Un incontro organizzato per rendere noti i dati raccolti da Legambiente sulla situazione dei rifiuti, in un momento di grande criticità per la città di Nocera Inferiore.

È da diversi giorni che la “Nocera Multiservizi”, partecipata del Comune al 100%, non provvede alla raccolta della spazzatura e, nonostante i divieti per evitare il deposito della stessa, le strade sono invase da cumuli di immondizia un po’ ovunque.

L’esponente del movimento 5 Stelle dichiara che i dati che riguardano la raccolta differenziata del Comune sono negativi: solo il 53,50% a Nocera Inferiore, contro il 74% di Nocera Superiore e l’80% di Roccapiemonte.

Parole anche sulla Nocera Multiservizi, i cui dipendenti da giorni in sciopero, lamentano la mancanza di tute da lavoro; di dispositivi di sicurezza; e l’assenza di coperture vaccinali. Spinelli si dice allibito da queste dichiarazioni dei lavoratori, che se dovessero rivelarsi veritiere, indicherebbero una situazione davvero preoccupante.

La raccolta differenziata dovrebbe raggiungere standard qualitativi ottimali, il cui risultato ricadrebbe positivamente sull’intera collettività che potrebbe veder ridotta la tassa sui rifiuti, la Tari.

Spinelli rilancia l’importanza di una corretta informazione alla cittadinanza a carico degli organi competenti che sradichino le cattive abitudini, frutto di uno scarso rispetto per l’ambiente strutturatosi negli anni, e una comunicazione delle ordinanze comunali per il divieto del conferimento dei rifiuti, quando necessaria, in orari compatibili con l’acquisizione delle informazioni da parte della cittadinanza.

È anche vero che l’inciviltà di alcuni residenti è altrettanto reale, infatti, può capitare di assistere per le strade cittadine, al lancio della spazzatura direttamente dai terrazzi degli stabili, tra la sorpresa e l’incredulità dei passanti in zone del centro.

La Senatrice Angrisani ricorda che in un’economia circolare, come quella che si sta delineando negli ultimi anni, gli interventi previsti sono la conseguenza di situazioni di emergenza a cui in tempi brevi è necessario dare risposte.

La Senatrice Gaudiano, consapevole dell’estensione del problema rifiuti, rilancia l’importanza di rendere i cittadini parte attiva di qualunque iniziativa, per questo plaude al lavoro che si sta facendo nelle scuole nelle quali gli studenti (77%) mostrano una sensibilità spiccata di fronte alla necessità di attivarsi per iniziative pro-ambiente.

L’Europarlamentare Adinolfi introduce il tasto dolente riguardante i bandi europei per l’attribuzione dei fondi da destinare ad interventi per la gestione dei rifiuti. Si è in ritardo con la rendicontazione dei fondi per il 2020 che rischiano di non essere spesi o di essere utilizzati in situazioni di emergenza perché manca una visione politica a lungo termine.

L’Agronocerinosarnese versa in una condizione di grande precarietà ambientale se si osservano gli interventi che interessano il territorio.

Il giorno 15 è prevista la presenza del Ministro Costa per testimoniare la gravità della situazione riguardante l’inquinamento dei fiumi Cavaiola e Solofrana, principali killer del Sarno.

                                                                                          Claudia Squitieri

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here