Parla chiaro il comunicato stampa della senatrice Virginia Villani: “È un vero peccato che il #MoVimento5Stelle a #NoceraInferiore non sia presente con il proprio simbolo e con propri candidati in questa competizione elettorale. Per questo motivo, in qualità di Parlamentare del territorio, voglio precisare che a Nocera nessun candidato in liste civiche è legittimato a parlare in nome e per conto del Movimento 5 stelle.
Cosa diversa è avvenuta a Castel San Giorgio con la candidata del Movimento 5 stelle, in lizza con una coalizione civica, che sosteniamo con convinzione. Come tutti sanno, il Movimento 5 stelle sta attraversando una fase di riorganizzazione e di innovazione e a oggi, a Nocera Inferiore, non c’è, come in altri Comuni, un vero e proprio gruppo del Movimento 5 stelle: troppi interessi personali, troppe divergenze e contrapposizioni hanno portato divisioni e fratture. Ciò non vuol dire che esistono più gruppi: il Movimento 5 stelle è uno ed è rappresentato dal nostro capo politico Giuseppe Conte e dai Parlamentari eletti che sono rimasti nel Movimento, continuando a lavorare con disciplina e onore per il bene del Paese. Sottolineo, tuttavia, che in questa competizione elettorale a Nocera, è presente, una coalizione di liste civiche che rispecchia i valori del Movimento 5 stelle: il rispetto assoluto della legalità, l’onestà, la trasparenza dell’azione politica ed amministrativa, rappresentano alcuni dei punti programmatici delle liste a sostegno del candidato ‘. Il suo programma potrebbe rappresentare quel rinnovamento che il Movimento 5 stelle auspica. A questa nuova forza politica è rivolta particolarmente la nostra attenzione, con la speranza che gli elettori Nocerini sappiano cogliere l’opportunità che le elezioni amministrative rappresentano per il governo della loro città.”
La realtà nocerina è la seguente: pezzi importanti di Movimento, con consenti potenzialmente elevati a livello di voti,  si sono autonomamente ritrovati nel programma e nelle liste della Lanzetta. Mentre il consigliere comunale uscente Spinelli, che ha scelto di non ricandidarsi, ha secondo le norme particolari del Movimento la disponibilità del simbolo, non concessa ad alcuno in questa tornata. Spinelli, infatti, non ha mai preso una posizione simile alla  seconda parte del comunicato della Villani, anzi ha accennato in privato all’impossibilità di correre assieme a pezzi importanti della maggioranza uscente dopo aver battagliato in consiglio comunale con gli stessi.