In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’associazione Fortis di Pontecagnano lancia una campagna a sostegno dell’ong Differenza Donna. Le vetrate dell’hub di Pontecagnano Faiano saranno coperte da 3000 post-it sui quali saranno riportati i messaggi di dipendenti, allievi, docenti, collaboratori e partner contro la violenza; con un gioco di colore e trasparenze sarà reso ben visibile il 1522, il numero nazionale attivato dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio del Ministri e gestito dal 2020 proprio da Differenza Donna. Il numero operativo 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, è accessibile gratuitamente dall’intero territorio nazionale, da rete fissa e mobile. La campagna sarà ribaltata anche sui canali social di Fortis.

Differenza Donna è presente in Campania dal 2016 e dallo scorso ottobre è anche nel salernitano con il Centro Antiviolenza Leucosia presso la Procura della Repubblica di Salerno e il Centro Antiviolenza Anna Borsa a Pontecagnano.

Dal 25 novembre inizierà anche il countdown del concerto-evento del gruppo vocale Friends For Gospel, in programma il 16 dicembre 2022 alle ore 20:30 nell’auditorium di Fmts Group, a Pontecagnano. L’obiettivo è raccogliere fondi da destinare ai centri di Differenza Donna e a sostegno del progetto RadiCare sul diritto allo studio dei giovani. Con un contributo di 15 euro si potrà assistere al concerto e a fine serata degustare le specialità preparate per l’occasione dagli allievi di In Cibum, la Scuola di Alta Formazione Gastronomica. Il laboratorio di In Pizzeria per l’occasione sarà trasformato in un insolito ed originale “spazio solidarietà” con i prodotti delle startup di In Cibum Lab. A sostenere il progetto c’è anche Coldiretti Salerno che curerà gli addobbi dell’auditorium e metterà in vendita le stelle di Natale, anche in questo caso con il ricavato si sosterranno entrambi i progetti.

«Le cronache di questi giorni richiamano ad un dovere di corresponsabilità sociale dal quale nessuno può sottrarsi,» afferma il presidente di Fortis Roberto Sarrocco. «Sensibilizzare, informare e agire sono i tre verbi che abbiamo deciso di fare nostri per ribadire il nostro no alla violenza.»